Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Marchionne: sarà riutilizzato chi oggi lavora per il diesel

CENTO. «Visto che c’è lo scandalo dieselgae, le vendite diminuiscono in Europa. I costi saranno troppo alti per mantenere questa produzione. Diminuiremo la dipendenza da questo settore nel futuro,...

CENTO. «Visto che c’è lo scandalo dieselgae, le vendite diminuiscono in Europa. I costi saranno troppo alti per mantenere questa produzione. Diminuiremo la dipendenza da questo settore nel futuro, non abbiamo scelta». Lo ha detto Sergio Marchionne, a.d. di Fca, ieri al Salone dell’auto di Ginevra. «Se il diesel rimarrà lo dirà il mercato. Noi non abbiamo la forza di invertire questa tendenza». Le parole dell’amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles pronunciate ieri in Svizzera, n ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CENTO. «Visto che c’è lo scandalo dieselgae, le vendite diminuiscono in Europa. I costi saranno troppo alti per mantenere questa produzione. Diminuiremo la dipendenza da questo settore nel futuro, non abbiamo scelta». Lo ha detto Sergio Marchionne, a.d. di Fca, ieri al Salone dell’auto di Ginevra. «Se il diesel rimarrà lo dirà il mercato. Noi non abbiamo la forza di invertire questa tendenza». Le parole dell’amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles pronunciate ieri in Svizzera, non hanno lasciato indifferenti i lavoratori della Vm di Cento, stabilimento specializzato proprio nella fabbricazione di motori diesel.

L’addio alla costruzione di auto a diesel da parte di Fca dovrebbe avvenire dal 2022. Probabilmente qualche informazioni in più la si potrà avere a inizio giugno quando l’amministratore Marchionne svelerà il piano industriale di Fca per il calendario 2018-2022, dal quale il Financial Times aspetta conferme sull’indiscrezione lanciata. Anche in questo caso però non ci dovrebbero essere licenziamenti. L’a.d. ieri a Ginevra ha infatti dichiarato: «Le 3mila persone occupate oggi nel diesel in Italia verranno riutilizzate nel sistema industriale di Fca». Gli stabilimenti di Cento e Termoli dove oggi si producono motori diesel si potrebbero fabbricare «motori a benzina con una parte elettrica», ha detto Marchionne.