La storica bibliotecaria va in pensione

SANT’AGOSTINO. Loretta Bonora, dopo 21 anni di servizio svolti nella biblioteca comunale di Sant’Agostino, dal prossimo mese di aprile sarà in pensione. Per un piccolo paese come Sant’Agostino,...

SANT’AGOSTINO. Loretta Bonora, dopo 21 anni di servizio svolti nella biblioteca comunale di Sant’Agostino, dal prossimo mese di aprile sarà in pensione.

Per un piccolo paese come Sant’Agostino, Loretta era senza dubbio uno di quei personaggi il cui volto fa sentire a casa le persone che le stanno intorno. Per chi da bambino si recava in biblioteca a noleggiare i primi libri, o a svolgere le attività organizzate per le classi, è stata un punto di riferimento molto importante. Ma non saranno solamente i bambini a sentire la mancanza di questa figura, anche ai ragazzi e agli anziani che utilizzano la biblioteca settimanalmente, non vederla più dietro la sua scrivania sembrerà strano.


«Sicuramente – ci ha spiegato proprio Loretta –, il rapporto con i clienti è la cosa che mi mancherà di più. Specialmente le attività svolte coi bambini, o come quelle con la Coccinella Gialla ad esempio. Tanti ragazzi, grandi e piccini, hanno approcciato alla cultura proprio frequentando le mura della biblioteca e spero che sarà così anche in futuro. Le attività svolte credo e spero che siano state utili alla comunità, e mi auguro che a chi prenderà il mio posto venga data la possibilità di proseguire su questa strada. Inoltre, spero che questo luogo possa crescere sempre di più, e che gli venga dato sempre più spazio, sia fisico che di tempo di apertura. La biblioteca è ricca di storia e di cultura. È la continuità ciò che può fare la differenza per queste persone, continuità che permette ai cittadini di avere un punto di riferimento costante».

Per i prossimi due anni il servizio sarà curato dalla cooperativa “Le Pagine”, che già si occupa di gestire la biblioteca di Mirabello.

Samuele Melloni