Tornano a impazzare i mattoncini

Il festival Lego domani e domenica per la sua quinta edizione

"Brick Live", la mostra interattiva dei mattoncini Lego

FERRARA. Dopo Castello e Palazzo della Racchetta, quest’anno sarà l’elegante cornice dell’ex Borsa a ospitare domani e domenica la quinta edizione di “Una città a mattoncini”, iniziativa che annovera un pubblico eterogeneo, dove i bambini si divertono a giocare e gli adulti a costruire opere straordinarie. Come illustra la splendida immagine della locandina che raffigura, realizzati a mattoncini, il Castello durante il festival dei Balloons e il monumento del Savonarola. «Tra le novità – dice il direttore generale di Ascom Davide Urban – sabato alle 18 la proiezione all’Apollino del film Lego Ninjago e la ristorazione, in quanto Stefano Bigoni, che ha rilevato il ristorante DonGio, si occuperà dei pranzi e delle cene degli espositori. Questa rassegna che solitamente si inserisce nelle fiere, a Ferrara compie un salto di qualità poiché ha uno spazio, sempre prestigioso, solo per sé». Ci sarà anche un’area ludica per bambini affidata a Brick Custom&Games e Giocheria, quest’ultima ideatrice di un concorso a premi i cui moduli di partecipazione saranno distribuiti durante i due giorni dell’esposizione.

«Il turista oggi vuole una relazione autentica con il territorio- sottolinea il direttore della Camera di Commercio, Mauro Giannattasio – e ricerca quei valori aggiunti che sono in grado di appassionarlo e stupirlo. Noi abbiamo un centro storico straordinario e manifestazioni accattivanti come questa in grado di attrarre i visitatori; per questo ritengo “Una città a mattoncini” sia una peculiarità della città che deve proseguire». Anche l’assessore Aldo Modenesi concorda nel ritenere che l’iniziativa faccia bene a Ferrara e che ci siano tutti i presupposti perché prosegua nel tempo. Taglio del nastro domani alle 10.30, si proseguirà fino alle 19.30 e domenica fino alle 18.30.

Margherita Goberti