Terzo furto in un mese alla contrada di San Benedetto

Ferrara. Nuovo colpo nella sede di corso Biagio Rossetti, razziati soldi e cibarie Il ladro ha spaccato una porta a vetri ed è fuggito all’arrivo di una persona

Ennesimo furto alla contrada di San Benedetto

FERRARA. Ha spaccato la porta a vetri sul retro per entrare, ha rubato il fondo cassa e ha avuto anche il tempo di accendere la piastra per scaldarsi una piadina e bere un succo di frutta. Era un ladro goloso quello che giovedì sera (12 aprile) è entrato con effrazione all’interno della contrada di San Benedetto nei locali dell’ex Ginevra Canonici in coso Biagio Rossetti.

È entrato nel retro del cortile interno scavalcando un muro che da su via Dosso Dossi, ha infranto la porta a vetro, probabilmente ha subito qualche taglio visto che a terra sono rimaste tra i cristalli sbriciolati della porta anche alcune gocce di sangue e poi ha rubato il fondocassa e messo mano alla dispensa, dopo aver scavalcato l’ingresso, aprendo anche il frigo.

I carabinieri sul luogo del furto


Ad accorgersi del furto è stato un contradaiolo che in pratica è entrato quasi sorprendendo il ladro all’interno. Lo ha visto scappare a tutta velocità verso il giardino esterno da dove era entrato e con un balzo è salito sul muretto saltando dall’altra parte, facendo perdere le sue tracce.

Sono stati così chiamati i carabinieri che hanno effettuato i rilievi. Nel frattempo erano arrivati anche altri contradaioli in quanto era prevista una riunione del rione.

È la terza volta dal mese di marzo che la contrada di San Benedetto subisce raid furtivi. In precedenza si erano limitati a un’effrazione e a rubare pochi spiccioli. Questa volta il danno è molto più consistente, alla porta e alla strutture, più circa 300 euro di fondo cassa. Probabilmente il ladro non ha avuto il tempo di rubare altre cose perché è stato “distrurbato” dall’arrivo in sede del primo contradaiolo che lo ha messo in fuga.

«Per fortuna siamo assicurati - dicevano giovedì sera i contradaioli di San Benedetto - ma questa storia dei furti comincia a farsi pesante e sarà bene pensare a sistemi di allarme più efficaci per evitare nuove intrusioni nei nostri locali».