Fabbri (Lega): troppi ritardi della Provincia nell’Idrovia

Troppi ritardi nei cantieri dell’Idrovia Ferrarese. Li denuncia Alan Fabbri, capogruppo regionale della Lega, che in un’interpellanza chiede alla giunta Bonaccini «quali iniziative intenda...

Troppi ritardi nei cantieri dell’Idrovia Ferrarese. Li denuncia Alan Fabbri, capogruppo regionale della Lega, che in un’interpellanza chiede alla giunta Bonaccini «quali iniziative intenda intraprendere e con quali tempi per far sì che il progetto venga definitivamente realizzato nei modi stabiliti alla luce della sua importanza strategica e dei cospicui fondi stanziati a livello europeo». Il tracciato del progetto, per un totale di opere finanziate pari a circa 145 milioni di euro, attraversa la pianura ferrarese comprendendo i territori di otto comuni: il corso dell'asta fluviale interessato dai lavori ha inizio dalla Conca di Pontelagoscuro, oltrepassa Ferrara e si immette, attraverso la pianura e le Valli di Comacchio, nel Mare Adriatico che bagna Porto Garibaldi e Lido degli Estensi. A fronte della rinuncia da parte della Provincia a proseguire i lavori, dovuto alla riduzione del personale, la Regione stabilì, con una delibera del 2016, che «avrebbe preso in carico- scrive Fabbri - e concluso le opere relative all'adeguamento dell'idrovia ferrarese, regolando i rapporti finanziari pendenti con la stessa Provincia». Quest'ultima avrebbe «comunque dovuto portare a termine tutti i contratti aperti sia in termini di esecuzione che di progettazione, per non creare eccessivi rallentamenti nelle procedure, mentre la Regione avrebbe potuto richiedere in qualsiasi momento alla Provincia di Ferrara lo stato di avanzamento dei lavori». Ed è su questa parte della convenzione siglata dai due enti che si concentra l'ultima richiesta di chiarimenti di Fabbri, «diversi progetti risulterebbero non ancora conclusi o non adeguati agli interventi previsti», tra i quali l'ampliamento previsto del porto canale di Porto Garibaldi, la Conca Valle Lepri, il ponte di Ostellato e la rettificazione dell'ansa sul Po di Volano a Final di Reno. «La Regione ha chiesto conto alla Provincia?» è la domanda del leghista.