La famiglia, gli scherzi, le moto: «Persona solare»

Gli amici e i compagni di lavoro a Lyondellbasell ricordano Claudio Bignardi. Un biker gli aveva parlato ieri mattina: tanti investimenti, fai attenzione
LEGGI ANCHE: Si scontra con un'auto, muore motociclista

Ferrara, scontro fatale tra moto e auto

FERRARA. Il compagno di avventure motociclistiche gli aveva parlato proprio ieri mattina alle 9.30, «gli avevo detto di stare attento perché d’investimenti ce ne sono tanti in questi giorni». Claudio Bignardi ha sentito quest’ultima raccomandazione prima d’infilarsi il casco e filare verso il suo tragico destino. Le moto lo avevano sempre interessato, ma negli ultimi anni la passione era diventata più forte con l’acquisto in successione di due Harley Davidson e le uscite frequenti con un gruppo di bikers, con i quali era coinvolto anche in progetti di solidarietà. Il suo profilo Fb negli ultimi mesi si era riempito di foto del gruppo biker e delle motociclette.

Micol Giorgi, sua collega di lavoro a Lyondellbasell, ha fatto ricorso ai social per parlare di altri aspetti della sua personalità: «Mi ritrovo a scrivere quello che non avrei mai voluto scrivere in vita mia, a scrivere di un amico, una cara persona che purtroppo da oggi non c'è più, che un tragico incidente ha portato via all’affetto dei suoi amici, colleghi e in primis alla sua bellissima famiglia. Non ho molte parole, sono sconvolta come lo siamo tutti, dico solo una cosa ci mancherai un sacco Claudio Ciba Bignardi il mondo oggi senza di te è un po' più triste!». La collega di lavoro ha poi aggiunto «un pensiero che va alla moglie e alla figlia, sono profondamente scossa anche perché proprio nei giorni scorsi mentre prendevamo un caffè mi aveva parlato della sua nuova moto e della sua bella famiglia». In fabbrica, dove lavorava da quasi trent’anni ed era conosciuto da tutti, lo descrivono come «una persona solare, molto attaccata alla famiglia e alla figlia»: ieri era in pausa dopo il turno svolto come sempre come assistente nell’impianto XIV di catalizzatori.

Claudio Bignardi, 50 anni, sorridente durante una giornata con gli amici


Il gruppo di amici di più lunga data, che aveva mantenuto nonostante gli impegni e le passioni (anche la cucina, tra le altre) vogliono ricordare Bignardi soprattutto per il suo carattere gioviale, scherzoso, ironico e autoironico: «Era amico di tutti ma noi che lo conoscevamo da sempre ci ricorderemo di questo suo carattere sempre aperto allo scherzo - racconta Riccardo Frabetti - ci piaceva prendere le cose in questa maniera, scherzava di tutti e con tutti». E anche per questo in tanti gli volevano bene e ieri hanno in qualche maniera iniziato a ricordarlo anche sulle bacheche virtuali.

©RIPRODUZIONE RISERVATA