Dosso cantiere aperto La nuova scuola è già a buon punto

Per l’edificio è probabile la fine dei lavori entro settembre Lodi: siamo nei tempi. E domani riapre la chiesa del paese

DOSSO. Procede a ritmo spedito la costruzione della nuova scuola elementare di Dosso che, come da programma, sta sorgendo proprio nella stessa posizione in cui fino a un paio di mesi fa, si trovava l’edificio risalente ai primi anni del 1900. Dopo l’abbattimento e la realizzazione delle fondamenta, è scesa in campo la Wolf House, ditta di Bolzano specializzata nelle strutture in legno, eco sostenibili e antisismiche. «Stiamo procedendo come da programma e di questo sono contento», ha affermato il sindaco di Terre del Reno, Roberto Lodi, che proprio ieri mattina ha fatto un sopralluogo per vedere come stanno andando avanti i lavori. E i lavori vanno avanti bene. La scuola, a due piani, è in stato avanzato di costruzione; i serramenti sono già montati e la parte strutturale è a buon punto.

«I tempi sono quelli che ci eravamo prefissati. Se continueremo così a fine settembre la scuola sarà pronta. Una volta ultimata la parte strutturale - spiega Lodi - si procederà con le finiture interne, gli arredi e tutto il necessario».


Per quanto riguarda la palestra che le sorgerà accanto, il discorso può dirsi analogo. Le pareti sono state montate e il tetto verrà posizionato proprio in questi giorni. «Hanno iniziato un mese fa i lavori e avevano già predisposto tutto. Portano sul cantiere i pannelli già pre costruiti e poi li assemblano come fossero dei Lego. Sono le costruzioni del futuro».

L’obiettivo è dunque quello di poter rivedere i bambini sui banchi scolastici dossesi già in autunno ma, per stare dalla parte del sicuro, il Comune ha già provveduto a pagare il trasporto scolastico fino al 31 dicembre. Nel caso i bambini dovessero recarsi per alcuni mesi a Sant’Agostino dunque, i costi saranno coperti. Sono giorni febbrili per Dosso che domani, vedrà anche finalmente l’inaugurazione della chiesa, che si presenterà alla cittadinanza “rinata” dopo un lungo restauro. «La cerimonia si terrà alle 17.30 - afferma il sindaco - e sarà un momento particolare».

A Mirabello proseguono i lavori a piazza Battaglini che attualmente stanno interessando viale Italia e a Sant’Agostino il rifacimento della piazza potrebbe partire tra un paio di settimane.

«Dovremo decidere dove fare traslocare temporaneamente il mercato. Viale Europa potrebbe essere una delle soluzioni ma anche corso Roma. Quest’ultima - conclude il primo cittadino - inizialmente considerata la più plausibile, potrebbe essere accantonata perché ci sono dei rallentamenti sul restauro della chiesa e il cantiere adiacente è ingombrante».

©RIPRODUZIONE RISERVATA