Chef diversamente abili, ecco un ristorante speciale

A Cento in corso Guercino potrebbe nascere un self service veramente particolare. Anffas e Comune al lavoro per rendere concreta l’iniziativa

CENTO. Un ristorante self service in centro storico. È il nuovo progetto dell’Anffas Onlus di Cento per dare nuove opportunità di lavoro a persone con disabilità e in difficoltà. Dopo l’apertura a fine marzo della “Sala da Tè”, gestita dall’associazione di promozione sociale Oltre-Tutto in collaborazione con Anffas, una vera e propria impresa sociale nella quale i protagonisti sono sette ragazzi con disabilità coordinati da volontari e da una dipendente, adesso l’Onlus punta a realizzare un altro sogno.

La presidente

«Si tratta di un progetto - riferisce la presidente Giordana Govoni - che abbiamo nel cassetto da tempo. L’obiettivo condiviso è dare occupazione a tante persone con disabilità e non solo, inserendole a lavorare all’interno di un ristorante self service che diviene così mezzo di promozione di valorizzazione delle persone coinvolte».

Dopo aver raggiunto il traguardo dell’apertura del nuovo gruppo appartamento “Dopo di Noi” per accogliere persone con disabilità grave, e in attesa di festeggiare il 23 settembre il 12º compleanno di Coccinella Gialla, l’Anffas Onlus di Cento ha già in cantiere un nuovo progetto. E con questo parteciperà al bando che verrà promosso dal Comune di Cento: «La realizzazione del nuovo ristorante self service - prosegue la Govoni -, richiederà la collaborazione di diverse realtà centesi. Se otterrà l’ok e il finanziamento dal Comune, diverrà un percorso di grande valore sociale, che vedrà l’inserimento e l’integrazione nel mondo del lavoro di tante persone disabili e non solo. Puntiamo a realizzarlo in uno spazio molto bello, oggi chiuso e inutilizzato, in corso Guercino. Avrà l’obiettivo di rilanciare e rivitalizzare il centro storico».

In campo c’è il Comune di Cento, che promuove l’iniziativa. Il 12 luglio la giunta ha approvato l’atto che prevede la concessione di contributi a sostegno del progetto di imprenditorialità per persone disabili, per l’apertura di una nuova attività di ristorazione in centro. Una delibera volta a «centrare - si legge nell’atto - gli obiettivi strategici del Comune per il 2018, quali la promozione, il sostegno e l’inserimento lavorativo di persone disabili nel mondo lavorativo attraverso responsabilità sociale e valorizzazione delle competenze».

Il percorso

Da qui, la decisione di «avviare un percorso per concedere contributi ad un progetto per l’avvio di una nuova attività commerciale che impieghi in prevalenza personale disabile nel campo della ristorazione, con l’ulteriore scopo di ampliare l’offerta nel centro storico».

Le risorse

Per questo la linea d’indirizzo approvata dalla giunta prevede «di reperire le risorse nelle annualità 2018, 2019 e 2020 del bilancio da attribuire al settore “Servizi alla Persona e Servizi Culturali” e di avviare la stesura di un avviso pubblico finalizzato alla concessione di contributi a sostegno di progetto che preveda l’impiego prevalente di persone con diversi tipi di disabilità e si integri con la rete dei servizi del territorio». —

Beatrice Barberini

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .