Laboratorio civico: candideremo un nostro fondatore, non consigliere

Il candidato sindaco di Laboratorio civico, la lista legata a Ilaria Morghen che correrà per la certificazione M5s, sarà «un esponente storico, un fondatore, con una formazione nel Movimento, che...

Il candidato sindaco di Laboratorio civico, la lista legata a Ilaria Morghen che correrà per la certificazione M5s, sarà «un esponente storico, un fondatore, con una formazione nel Movimento, che abbia lavorato sui temi più importanti degli ultimi anni. Un volto nuovo, non uno degli attuali consiglieri comunali». L’identikit tracciato da Mauro Ballola e Paolo Pennini, i due esponenti di punta assieme a Lorenzo Lazzari e Natascia Cristofori, esclude la stessa Morghen, peraltro destinata ad una candidatura in Regione, e sembra calzare a pennello proprio a Pennini.

Il nucleo storico del Laboratorio, composto da tredici persone con un’altra ventina di simpatizzanti, sta raccogliendo curriculum «per candidature in Consiglio comunale, giunta e lavoro di sostegno in campagna elettorale. Siamo già un gruppo folto». Solo a gennaio, con la richiesta di certificazione, sarà ufficiale il nome del candidato sindaco.


Caffè e aperitivi con Naomo Lodi aprono la strada ad un’alleanza con il centro destra? «È vero che la Lega vuole invitarci al loro tavolo, potremo anche andare a sentire ma un candidato sindaco in comune non ci sarà» dice Ballola. «In caso di ballottaggio, meglio una sfida tra noi e loro: ricambio assicurato» aggiunge Pennini. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI