"Salvate la colonia felina all'ex Sant'Anna"

I volontari scrivono al sindaco di Ferrara: gli immobili dell'ex anello saranno demoliti, bisogna trovare una sistemazione ai 25 gatti che vivono in quell'area

Venticinque gatti da salvare

FERRARA. Garantire e tutelare il benessere della colonia felina all'interno dell'ex ospedale Sant'Anna di corso Giovecca. E' quanto chiedono con una lettera aperta al sindaco alla Giunta il gruppo di volontari che da diversi anni si occupa dei 25 mici che compongono la colonia felina regolarmenrte censita all'interno dell'ex Sant'Anna. I timori nascono dalla decisione da parte dell'azienda ospedaliera di inserire diversi immobili dell'anello (tra cui le Nuove Cliniche, l'ex padiglione di Malattie Infettive e l'ex San Giorgio) nell'elenco del patrimonio che sarà conferito alla costituenda Società di Gestione del Risparmia che prenderà in carico di beni della sanità regionale attraverso il "Fondo Traget" finalizzato alla loro cessione sul mercato.

L'intervento di riqualificazione dell'area prevede la demolizione di questi immobili, e i volontari si chiedono: "Che fine faranno questi sfortunati gatti?  Sono animali abitudinari e stanziali protetti dalla legge 281 del 1991 e 189 del 2004: le colonie feline sono considerate patrimonio pubblico e l'orientamento giurisprudenziale prevalente ne tutela l'incolumità". Il Comune dunque, sottolineano i volontari, "deve garantire il benessere di questi animali. Chiediamo al signor sindaco di intervenire con la massima urgenza per proteggere e tutelare i gatti di sua proprietà, come previsto dalla legge". Si dicono peraltro "fiduciosi che questa situazione venga risolta prima dell'inizio dei lavori, previsti per fine estate, e che vengano sistemate un numero di casette coibentate necessarie a garantire ai gatti il loro benessere e che vi sia un numero sufficiente di personale atto a occuparsi della distribuzione di cibo e acqua e della relativa pulizia".