Trovato il corpo senza vita del bondenese scomparso

L’allarme per la scomparsa era scattato lunedì alle 12.45 Ieri attorno alle 10 il cadavere è stato recuperato nel Cavo Napoleonico

Ospitale

È stato ritrovato ieri mattina intorno alle 10 il corpo senza vita del 55enne di Ospitale di Bondeno scomparso lunedì. La salma è stata recuperata dai vigili del fuoco di Bondeno, già da lunedì impegnati nelle ricerche.




L’allarme per la scomparsa dell’uomo, che lascia una moglie e due figli, era scattato lunedì attorno alle 12.45. Subito i vigili del fuoco di Bondeno, insieme a una squadra di Ferrara e al nucleo sommozzatori proveniente da Bologna, hanno iniziato a setacciare le sponde del Cavo Napoleonico. Oltre a battere palmo a palmo la riva del canale, le ricerche procedevano anche per via aerea con l’ausilio di un elicottero, sempre dei vigili del fuoco, che perlustrava dall’alto l’intero perimetro. Le operazioni sono andate avanti fino alle 18 ma, nonostante il dispiegamento di forze, del 55enne di Ospitale nessuna traccia. Sul posto anche i carabinieri di Cento e Vigarano Mainarda. Alle 18 le ricerche, purtroppo senza esito, sono state temporaneamente sospese.



Dopo un primo giorno di perlustrazioni finito senza risultati, ieri mattina le ricerche sono ricominciate. Alle 8.30 i vigili del fuoco del distaccamento di Bondeno sono tornati sul posto. Le ricerche, oltre a concentrarsi sull’area della scomparsa si sono ampliate lungo il Cavo Napoleonico anche verso Sant’Agostino e verso il Po. Poco dopo, alle 10 circa, al centro del canale, ad appena trecento metri dal luogo della sparizione, è stato avvistata una sagoma. I vigili del fuoco, che oltre a terra stavano operando anche in acqua, si sono avvicinati con il gommone.

La sagoma, che in un primo momento da lontano poteva sembrare un tronco, era in realtà il corpo senza vita del 55enne. Il cadavere è stato recuperato e portato a riva. Il 118 non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Sul posto anche i carabinieri di Bondeno e Casumaro. La salma è stata poi affidata alle onoranze funebri che l’hanno trasportata alla Medicina legale di Ferrara per l’autopsia. —