Cade dalla scala e sbatte la testa a terra

Grave un uomo di 81 anni salito sul tetto per cercare di riparare un guasto. I testimoni: «Abbiamo sentito un gran tonfo»

LIDO NAZIONI. Cade da quasi 4 metri di altezza, mentre sta salendo sul tetto di casa. Lino Tugnoli, 81enne ex muratore residente al Lido delle Nazioni, ha riportato un trauma cranico, ferite ed escoriazioni in tutto il corpo, dopo esser precipitato, ieri mattina, da una scala che aveva appoggiato alla parete esterna di casa, per raggiungere il tetto.

i fatti. Erano circa le 8 di ieri mattina, quando i vicini di Tugnoli, che vive con la moglie Luisella in un’abitazione di Viale Nuova Zelanda, si sono allarmati dopo aver sentito un gran tonfo. Non appena si sono affacciati in strada, si è presentata ai loro occhi una scena drammatica: Lino Tugnoli era riverso sul marciapiede, dolorante e con una copiosa ferita alla testa. Immediatamente è stato chiamato il 118 e in pochi minuti sono arrivate dall’ospedale del Delta l’automedica e da Comacchio l’ambulanza. Le operazioni di soccorso sono durate a lungo, non solo per l’altezza da cui l’uomo è caduto, ma anche per l’età avanzata. Una volta stabilizzato, il ferito è stato trasportato, intorno alle ore 9. 25, con la barella spinale e con codice di massima gravità all’ospedale Sant’Anna di Cona.


i testimoni. «Con altri amici abbiamo trascorso la serata di ieri a casa di Lino – ha raccontato la vicina di casa, Serenella Galli –, per vedere tutti insieme la partita. Ci aveva riferito che voleva controllare il tetto, perché aveva notato la presenza di una crepa. Pensavamo che avrebbe chiamato dei muratori, perché per la sua età, anche se era ancora in gamba, non era opportuno pensare di salire sul tetto. E invece si vede che questa mattina ha preso la decisione, addirittura quando sua moglie era ancora a letto, tanto che è stata risvegliata come tutti noi da un tonfo impressionante».

la caduta. Nessuno ha assistito alla caduta, dato che il pensionato è entrato in azione di buon’ora, mentre i vicini stavano ancora dormendo. Resta quindi da stabilire se Lino Tugnoli, che da anni vive stabilmente al Lido delle Nazioni con la moglie, dopo aver lasciato Milano, sia caduto dopo essersi sbilanciato dalla scala o perché colto da malore.

A preoccupare i sanitari intervenuti, oltre al trauma cranico, anche un’eventuale sofferenza spinale. Tugnoli tuttavia, non ha mai perso conoscenza. «Mi ero appena svegliato – ha aggiunto Lino Boaretto, un altro vicino –, quando ho sentito un gran botto in strada. Mi sono affacciato per capire cosa fosse successo e ho visto Lino per terra. Abbiamo preso tutti un gran spavento. Speriamo che si rimetta in fretta. Lui ha fatto il muratore per una vita e anche adesso che era in pensione –, non riusciva a stare fermo, anche se aveva già superato gli 80 anni». –

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .