I palloncini in cielo per salutare Filippo: «Resterai nei cuori di chi ti ha voluto bene»

Ieri sera il toccante ricordo all’apertura della Tenzone Aurea. I genitori del piccolo scomparso in un incidente: grazie per l’affetto

La Tenzone Aurea si apre nel ricordo del piccolo Filippo e con le parole di sua mamma

FERRARA. Per una volta lasciamo da parte bandiere, tamburi, chiarine. Per una volta guardiamo altro. Guardiamo alla splendida dimostrazione di affetto che ieri sera poco dopo le 22 il Palio di Ferrara e la città tutta hanno offerto, per ricordare Filippo Partigiani, il bimbo di 10 anni scomparso il 9 agosto scorso in un incidente stradale.

IL COLORE PREFERITO

Tanti palloncini arancioni (il colore preferito da Filippo), prima dell’apertura ufficiale di questa Tenzone Aurea 2018, sono stati lanciati in cielo, per raggiungere idealmente Filippo, che del mondo del Palio faceva parte, lui, tamburino di San Luca.

Poco prima mamma Graziella, commossa, ha ringraziato tutti, dicendo che «non è facile stare qui in momenti come questo, ma il vostro affetto, il vostro amore - ha concluso la mamma - hanno dato forza a me ed a Stefano, a noi genitori, per andare avanti».

Dopo le parole della madre del piccolo Filippo e il lancio dei palloncini in cielo, un nutritissimo gruppo di bambini, oltre cinquanta, tutti amici di Filippo, sono corsi in mezzo alla piazza lanciando i palloncini e concludendo così il momento sicuramente più intenso di questa serata di inaugurazione.

Da quel momento in avanti protagonisti sono stati i rappresentanti dell’Ente Palio col presidente Stefano Di Brindisi, ed il Comune con l’assessore Aldo Modonesi in “alta uniforme” e fascia tricolore. La conduttrice Ilaria De Angelis ha ricordato le bellezze di Ferrara sottolineando anche che «a Ferrara sono particolarmente legata, non soltanto per motivi professionali. La vostra è una città meravigliosa ed è una vera perla della nostra Italia».

SPLENDIDE COREOGRAFIE

Poi le coreografie, splendide, che hanno reso lo spettacolo, iniziato con più di un’ora di ritardo a causa del forte temporale che si è abbattuto su Ferrara attorno alle 18, ancora più struggente. Folto il pubblico, e tantissimi amici che hanno sottolineato con un lungo applauso le parole di mamma Graziella. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI