Pediatri e medici di famiglia, tre arrivi e undici sedi carenti

L’Asl ha effettuato il monitoraggio periodico degli ambiti che richiedono un potenziamento dei servizi. Selezionati i professionisti che avvieranno gli ambulatori a Cento e Ferrara

FERRARA. Il Sistema sanitario nazionale è un gigantesco puzzle che cambia le sue tesserine con una certa frequenza. Pensionamenti e cessazioni producono “vuoti” nel servizio che poi devono essere riempiti con nomine e sostituzioni. Un paio di volte all’anno questo monitoraggio viene eseguito dalle aziende sanitarie della regione con l’obiettivo di coprire le zone carenti. L’ultima verifica è stata eseguita dall’Asl nei giorni scorsi. L’azienda ha indicato gli ambiti da ottimizzare ma ha anche “tappato” alcuni buchi emersi nella ricognizione precedente, che risaliva al primo semestre 2018.

Sono già stati selezionati i nomi dei medici di famiglia e dei pediatri di libera scelta che si insedieranno a breve in alcuni ambulatori che non avevano un titolare.


Nel Comune di Cento la pediatra Sabina Dalla Vecchia potrà iniziare ad accogliere l’utenza fra una settimana, da lunedì 15 ottobre; la pediatra Gloria Borsari potrà svolgere la sua attività a partire da giovedì 1 novembre, nel Comune di Ferrara; la dottoressa Emanuela Romeo, medico di medicina generale, si insedierà a Cento da lunedì 15 ottobre.

Sono una decina, invece, le sedi dove il servizio di medicina generale e di pediatria dovrebbe essere potenziato. Nella rilevazione relativa al secondo semestre di quest’anno tre sono risultate le sedi carenti per il servizio di pediatria di libera scelta e otto quelle dove l’organizzazione ottimale del servizio richiederebbe l’attivazione di un ambulatorio di medicina generale.

Tre i comuni sul cui territorio viene indicata una presenza di pediatri che richiede un adeguamento: Terre del Reno, nel Distretto Ovest-Alto ferrarese, Ferrara, nel distretto Centro Nord e Comacchio, nel Distretto Sud Est. Anche l’esigenza di ottimizzare il servizio ambulatoriale svolto dai medici di famiglia viene dichiarata per tutti i distretti Asl.

La carenza è stata accertata per il comune di Poggio Renatico (Distretto Ovest), per Ferrara (zone di Francolino e Quartesana, Distretto Centro Nord), Voghiera (Distretto Centro Nord), Copparo (Distretto Centro Nord), Argenta (Santa Maria Codifiume, Distretto Sud Est), Portomaggiore (Distretto Sud Est) e Comacchio (Sud Est). —

Gi.Ca.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI