«Spegni la musica» La richiesta le costa uno sputo in faccia

Treno fermo in stazione

Il richiamo per il volume alto sul treno Straniero non in regola, è stato denunciato

IL CASO. Un alterco sul treno ha innescato una serie di conseguenze che, come un effetto-domino, hanno portato a scoprire, identificare e denunciare un cittadino nigeriano già raggiunto da un provvedimento di espulsione, misura che non aveva rispettato.

Colpa della musica


Ad accendere la miccia, giovedì sera attorno alle 20.30 su un treno diretto a Rovigo con fermata alla stazione di Ferrara, un litigio tra una ragazza che vive in città e un altro passeggero che stava ascoltando la musica da uno stereo portatile. Infastidita dal volume troppo alto, la ragazza ha chiesto all’uomo di abbassare, e da qui è nato un alterco che ha assunto toni sempre più accesi. Al punto che l’uomo ha reagito con maleducazione, sputando addosso alla giovane. Entrambi sono scesi alla stazione di Ferrara, dove la ragazza si è subito rivolta agli agenti della polizia di Stato che in quel momento stavano svolgendo il servizio di controllo per l’operazione “Strade Sicure”.

L’identificazione

Dal racconto della donna i poliziotti poco dopo sono riusciti a individuare l’uomo, che è stato portato in questura per accertamenti. E dove è finito nei guai, non tanto per lo sgradevole dissidio sul treno (per il quale si procederà per querela di parte, ovvero solo su denuncia della parte offesa), ma perché è saltato fuori che l’uomo, un cittadino nigeriano senza fissa dimora, non doveva trovarsi in Italia. Su di lui infatti pendeva già un ordine di espulsione che non aveva mai rispettato, ed è stato perciò denunciato per inottemperanza del provvedimento. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI