Finanziamenti alle scuole per 8 milioni In arrivo investimenti con i fondi europei

Interventi in cantiere su dieci plessi ferraresi e due palestre in gran parte dovuti all’adeguamento sismico degli edifici



In arrivo nuovi investimenti con fondi Bei (Banca europea degli investimenti) per migliorare la qualità degli istituti scolastici. In provincia di Ferrara sono attesi oltre 8 milioni e 200 mila euro per interventi su dieci scuole e due palestre. L’annuncio è della Regione Emilia Romagna che complessivamente vedrà risorse per 135 milioni di euro per realizzare 118 nuovi interventi straordinari di edilizia scolastica in base alla nuova programmazione 2018-2020. Risorse che sono destinate alla realizzazione di interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico ed efficientamento energetico di edifici scolastici, oltre che alla realizzazione di nuove scuole.




Risorse arriveranno per finanziare dieci progetti che riguardano strutture scolastiche ferraresi e due che interessano le palestre. Gli interventi riguardano come enti la provincia di Ferrara che ha in gestione gli istituto superiori e i comuni di Mirabello, Argenta, Ferrara, Portomaggiore, Cento per scuole d’infanzia, elementari e medie.



La programmazione dei fabbisogni da parte delle Province e della Città Metropolitana di Bologna ha permesso alla Giunta regionale di approvare il Piano triennale 2018/2020 e di individuare per quest’anno l’elenco degli interventi da finanziare e le risorse per territorio, in funzione del numero degli studenti e degli edifici scolastici. Di questi, 17 riguardano la provincia di Piacenza, 10 Parma, 9 Reggio Emilia, 15 Modena, 10 Ferrara, 21 Bologna, 6 Forlì-Cesena, 12 Ravenna e 6 Rimini.



Nella programmazione delle azioni da mettere in campo nel triennio 2018/2020, la Regione Emilia-Romagna ha dato priorità agli interventi di adeguamento sismico o di nuova costruzione. Altra priorità è stata data agli interventi necessari per ottenere il certificato di agibilità delle strutture, l’adeguamento alle norme antincendio, l’ampliamento o a nuove realizzazioni per soddisfare specifiche esigenze delle scuole.



«Dal 2015 in Emilia-Romagna è stato investito quasi mezzo miliardo di euro, in edilizia scolastica- spiega l'assessore regionale alla Scuola, Patrizio Bianchi -Un grande lavoro, che ora cosente a Province e Comuni di proseguire la qualificazione già avviata del patrimonio scolastico, aprendo a breve nuovi cantieri». —