La nuova casa di Terre del Reno Iniziati i lavori per il municipio

Aperto il cantiere nelle ex medie. L’intervento costerà quasi cinque milioni  Soddisfatto il sindaco: «Grazie al nostro impegno sono stati riassegnati i fondi»

sant’agostino

Sono iniziati i lavori all’ex scuola media Dante Alighieri di Sant’Agostino, che diventerà la nuova sede del Municipio di Terre del Reno.


L’intervento prevede la ristrutturazione del corpo scuola con adeguamento della distribuzione interna dei locali al fine della nuova funzione che avrà il fabbricato. Nello spazio dove prima si trovava la palestra ci sarà la sala consigliare e tutti gli uffici che al momento sono dislocati tra Sant’Agostino e Mirabello saranno distribuiti tra il piano terra e il primo piano.

il progetto

La porzione di fabbricato che precedentemente era destinata a laboratori scolastici verrà demolita e ricostruita, e diventerà l’archivio comunale. Anche l’area esterna della scuola e l’area adiacente, dove attualmente è collocato il campetto da basket in disuso, verranno ripristinate ed avranno una nuova funzione. Dove sorgeva il campetto, infatti, verrà realizzato un parcheggio a disposizione degli utenti con accesso da via Dante Alighieri, mentre nella zona retrostante il fabbricato, con accesso da via Gentilini, sarà realizzato un parcheggio per gli addetti comunali. L’area verde adiacente a Corso Roma sarà collegata al nuovo edificio, creando continuità tra le due zone ed anche il fronte su via Dante Alighieri sarà libero da recinzioni.

La direzione dei lavori, che avranno un costo complessivo di 4.994.965,40 euro, è stata affidata al Raggruppamento temporaneo costituito da: Centro Cooperativo di Progettazione di Reggio Emilia (capogruppo), Mge Ing. Giovagnoni Marcello di Ozzano dell’Emilia (Bo), Arch. Nanni Barbara di Anzola dell’Emilia (Bo) e l’ing. Semproli Pierpaolo di Castel Maggiore (Bo).

«traguardo importantissimo»

«Siamo molto contenti – ha riferito il sindaco Roberto Lodi – di aver accelerato, grazie al grande lavoro del nostro staff tecnico, anche questa importantissima opera pubblica, la cui priorità a nostro avviso era stata sottostimata, con il grande rischio di vederne poi compromessa la realizzazione. Al nostro insediamento il progetto giaceva in Regione da ottobre 2016 ed inoltre aveva ricevuto un taglio di risorse dei fondi del sisma di oltre 370.000 euro, che poi, grazie appunto al lavoro congiunto del nostro efficiente staff, è stato riassegnato. Un traguardo importantissimo per la nostra neonata comunità di Terre del Reno. Il nuovo municipio sarà la casa di tutti i settori – ha proseguito Lodi – ad eccezione della Polizia Municipale che si trasferirà a breve a San Carlo, riuniti finalmente in un’unica sede. Avere due municipi non sarebbe stato economicamente sostenibile. Questo non significa che non manterremo fede a quanto scritto sul programma elettorale, ovvero che sia a Mirabello che a Dosso garantiremo alcuni servizi essenziali, quali ad esempio anagrafe e stato civile». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI