Trova i ladri in casa, picchiato e rinchiuso, scappa dalla finestra

Quarantenne ingaggia una colluttazione con due malviventi Rinchiuso in uno stanzino, si lancia dal primo piano 

CENTO. Torna a casa e sorprende i ladri a rovistare nelle stanze. Lo aggrediscono, e lui si difende. Ne nasce una colluttazione. È accaduto ieri nel tardo pomeriggio, quando un centese di 40 anni, residente in via Borselli a Cento, è rientrato a casa al termine del lavoro. . Verso le 18. 30 l’uomo ha fatto ritorno alla sua abitazione – che si trova tra la Pandurera e via Bologna – e ha sorpreso due malviventi che erano all’interno del suo appartamento. I due uomini – che come ha raccontato il quarantenne ai carabinieri avrebbero avuto accento straniero – lo hanno subito aggredito, per cercare di evitare che potesse dare l’allarme.

Ma il centese ha avuto la forza di reagire e di difendersi dall’aggressione, ne è nata una colluttazione nella quale – due contro uno – i ladri sono riusciti ad avere la meglio sul padrone di casa e lo hanno rinchiuso in uno stanzino, ritenendo così di poter guadagnare il tempo necessario per poter fuggire prima che l’uomo potesse dare l’allarme.


Ma il centese non si è dato per vinto e per scappare – ha spiegato ai militari – si è calato dalla finestra del ripostiglio, che si trova al primo piano, saltando così nel cortile. Appena raggiunta terra, il quarantenne aggredito dai ladri ha immediatamente dato l’allarme ai carabinieri e sul posto sono accorse le pattuglie della compagnia centese dell’Arma, che hanno raccolto la sua testimonianza e hanno dato il via alle indagini del caso.

Sul posto anche un’ambulanza del 118, per soccorrere il centese, rimasto ferito sia dai colpi subiti sia nel saltare dal primo piano per raggiungere il cortile.

Per le cure del caso l’uomo è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale centese.

I ladri in fuga sarebbero riusciti a trafugare solo una manciata di euro. –

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.