Inseguimento e sparatoria tra Ferrara e Santa Maria Maddalena

Prima ruba un furgone e poi scappa. Uomo non si ferma all'Alt e si dà alla fuga

Inseguimento e sparatoria tra Ferrara e Rovigo

FERRARA. Prima il furto di un furgone e poi la fuga impazzita per le vie di Ferrara e della vicina Santa Maria Maddalena, frazione rodigina nel vicino Veneto subito di là dal Po. Lunedì sera intorno alle 20.30 un piccolo imprenditore edile di origine albanese ma residente a Ferrara, ha chiamato i carabinieri per denunciare il furto del suo furgone. Il Ducato bianco rubato è stato ritrovato abbandonato poco dopo ma, intorno alle 23, il mezzo è stato rubato nuovamente con tutta probabilità dalla stessa persona. Questa volta però l’imprenditore ha visto consumarsi il furto in diretta e, mantenendo il contatto telefonico con i carabinieri, ha inseguito il malvivente. I militari hanno intercettato in via Canapa il furgone rubato poco prima in via Porta Catena. I carabinieri hanno intimato l’Alt ma l’uomo alla guida, invece di fermarsi ha accelerato.

A quel punto è scattato l’inseguimento. Il furgone si è lanciato così a folle velocità per le strade di Pontelagoscuro mettendo in pericolo la sicurezza e la vita degli altri automobilisti. I carabinieri hanno tentato di fare accostare il Ducato e poi, hanno sparato in aria alcuni colpi di pistola a scopo intimidatorio. Niente. La corsa è proseguita e anche quando i proiettili hanno raggiunto le ruote del furgone, l’uomo non ha ceduto. L’inseguimento è continuato anche in territorio veneto, di là dal ponte del Po. Malgrado la gomma perforata il ladro alla guida non si è fermato.
La sua corsa però si è interrotta in una via a fondo chiuso di Santa Maria Maddalena. L’uomo, in un vicolo cieco ha sbattuto prima contro un’auto in sosta e poi contro la cancellata di un’abitazione abbattendola. A quel punto il malvivente ha proseguito la sua fuga a piedi. L’uomo è tuttora ricercato. Il mezzo è stato posto sotto sequestro.