La questione finì sui tavoli dell’Anac e della procura

Il caso del fondo Inail promesso e poi negato (65 milioni di euro) è finito anche sui tavoli dell’Autorità nazionale anticorruzione, della Corte dei Conti e della procura estense, portato dai consiglieri regionali del Movimento Cinque Stelle, che avevano chiesto alla Regione notizie sul destino di quel finanziamento. Secondo i grillini quei chiarimenti non erano arrivati. Oltre ai 65 milioni del fondo Inail, avevano sottolineato i consiglieri, la Regione non aveva incassato altri 30 milioni usati per finanziare la costruzione dell’ospedale ma che non erano poi rientrati attraverso le dismissioni programmate.