Sorprende e fa scappare i ladri, nella fuga lo schianto in auto

L'auto utilizzata per la fuga dai ladri

Il padrone di casa avvertito da un passante che due uomini erano nell’abitazione. Inseguimento dei carabinieri, ma dopo l’incidente la coppia fa perdere le tracce

DOGATO. Nella prima mattinata di ieri una famiglia di Dogato residente in via Bordocchia, a poche centinaia di metri dal centro abitato, è stata presa di mira dai ladri che si sono introdotti in casa e hanno rubato oro e gioielli.

Il colpo

Erano da poco passate le nove di ieri mattina quando i ladri, due uomini probabilmente stranieri, senza arrecare danni agli infissi sono riusciti a forzare la porta d’ingresso dell’abitazione e a entrare indisturbati, per poi rovistare in tutti i cassetti al piano terra e al piano superiore.

Al momento del furto nessuno era presente nella casa, abitata da una famiglia composta da padre madre e figlia e chiusa a chiave. Madre e figlia non erano presenti, mentre il padre stava lavorando nel garage, in cortile. Un passante dalla strada ha avvistato i due malviventi mentre uscivano dall’abitazione e ha immediatamente avvertito l’uomo.

Il padrone di casa

Il padrone di casa non si era accorto dell’arrivo dei ladri, sopraggiunti nell’abitazione da via Bordocchia in auto. I malviventi hanno agito in fretta e con scaltrezza, senza farsi notare e aprendo con maestria la porta di ingresso chiusa a chiave. L’uomo, una volta avvertito, non ha nemmeno fatto in tempo a realizzare quello che stava accadendo che i ladri erano già saliti in macchina cominciando la fuga con il cospicuo bottino in mano.

I malviventi hanno però imboccato ad alta velocità via Bordocchia verso la campagna, non tenendo conto che la strada dopo poco è ghiaiata e non asfaltata.

traditi dalla strada

Proprio la ghiaia e l’alta velocità li hanno traditi, la macchina ha sbandato e ha terminato la propria corsa contro un palo della luce in cemento, il tutto a poche centinaia di metri dall’abitazione.

I due ladri hanno abbandonato l’auto semidistrutta, una Ford Focus nera, e si sono dati alla fuga a piedi, scappando per poco ai carabinieri del nucleo radiomobile di Portomaggiore nel frattempo allertati e arrivati sul posto in pochi minuti.

I carabinieri

I carabinieri stessi stanno al momento conducendo le indagini per risalire ai due uomini scappati a piedi per la campagna. L’auto usata per la fuga è stata recuperata col carro attrezzi e messa sotto sequestro. Al suo interno è stata recuperata minima parte di refurtiva, il resto i malviventi sono riusciti a portarlo via..

La famiglia vittima dei ladri è naturalmente sotto choc: il valore della refurtiva pare essere ingente e sconvolgono le modalità del furto, compiuto in pieno giorno e con grande abilità nell’aprire porte serrate a chiave senza farsi notare. Solo la non altrettanta abilità alla guida ha rovinato un colpo altrimenti perfetto. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.