Chiesto l'ergastolo per Igor il russo

Igor il russo al momento del suo arresto in Spagna

E' accusato degli omicidi di Davide Fabbri e Valerio Verri e del tentato assassinio di Marco Ravaglia. Nel pomeriggio attesa la sentenza

BOLOGNA. Poco meno di un’ora di requisitoria del pm Marco Forte, per chiedere al giudice l’ergastolo, carcere a vita, il “fine pena mai” per Igor Vaclavic/Norbert Feher, sotto processo a Bologna per gli omicidi di Davide Fabbri e Valerio Verri, uccisi l’1 aprile a Budrio e il 7 aprile di due anni fa, nel Mezzano e per il tentato omicidio di Marco Ravaglia, il poliziotto provinciale ferrarese che si salvò da Igor facendosi credere morto.

Ergastolo a Igor il russo, le reazioni delle parti lese

L’udienza che si svolge a porte chiuse al tribunale di Bologna vede la presenza dei figli della guardia ecologica ferrarese uccisa, Francesca ed Emanuele Verri, e la moglie del barista. All’udienza presenzia in videoconferenza dal carcere di Zuera di Saragozza, come avvenuto in tutte le altre udienze, anche lo stesso imputato, detenuto nel carcere di massima sicurezza spagnolo dal dicembre dello scorso anno, Igor.

Nella mattinata saranno proprio le parti civili (la famiglia Verri, quella di Fabbri,  lo stesso Ravaglia e la Provincia di Ferrara) a presentare le loro richieste. Quindi toccherà alle difese. la sentenza del gup Ziroldi era attesa nel primo pomeriggio ed è arrivata, con la conferma delle richieste del gup.