Malore improvviso, muore in casa un padre 44enne

Giovanni Simoni lavorava alla concessionaria Only Car. Parenti e amici sconvolti: uno sportivo pieno di vita

LAGOSANTO. Grave lutto per le comunità di Lagosanto e Porto Garibaldi, quest’ultima colpita neppure una settimana fa dall’improvvisa scomparsa di Devis Trasforini. Nel primo pomeriggio di ieri , dopo il pranzo della domenica, è stato stroncato da un infarto nella sua casa di Lagosanto Giovanni Simoni di 44 anni, figlio del titolare della concessionaria Only Car 1, lungo la Romea a Porto Garibaldi. . il racconto

La tragica notizia si è propagata rapidamente tanto a Porto Garibaldi quanto a Lagosanto, dove Simoni viveva con la compagna Carla ed il figlio Santiago e la conferma è arrivata purtroppo in serata dallo zio Andrea. «Giovanni si è sentito male in casa nel primo pomeriggio – racconta addolorato lo zio, anch’egli socio della medesima concessionaria di automobili –; sono intervenute l’automedica dell’ospedale del Delta e l’ambulanza, i soccorritori hanno davvero fatto di tutto per salvarlo, ma non c’è stato niente da fare. Il cuore di Giovanni si è fermato. Era sempre stato uno sportivo e si occupava del reparto assistenza dell’officina».


Un duro colpo per la famiglia Simoni, ma anche per i tanti tra parenti, amici, clienti e compaesani che conoscevano Giovanni, il papà Vasco, fondatore con il fratello Andrea dell’Only Car. «Frequentavamo da anni la palestra New Sporting di Porto Garibaldi – ricorda l’amico Nicola Mendilicchio –, che si trova dietro al distaccamento dei vigili del fuoco. Facevamo attività di mantenimento. Era un ragazzo d’oro, scherzoso, gioviale, amico di tutti. Sono sconvolto. Fatico a credere che ci abbia lasciati così all’improvviso».

pieno d’energia

Giovanni Simoni lascia la compagna Carla, due figli, Lavinia e Santiago, mamma Franca e papà Vasco. Increduli a Porto Garibaldi tanti, tra amici e conoscenti che in queste ore dipingono Giovanni Simoni come un giovane dedito alle sue grandi passioni, i figli, il lavoro e lo sport praticato nella palestra vicina alla concessionaria di proprietà. «Era un ragazzo pieno di energia, appassionato del suo lavoro – interviene Giordano Conti, presidente di Cna del Delta –, coordinava gli operai come meccanico e anche carrozziere nell’attività del padre. Era serio, preparato, sempre sorridente e anche un grande sportivo. Andavo a fare il tagliando con l’auto ed era sempre disponibile e competente. Si resta senza parole – prosegue Conti – davanti ad una notizia così tragica e inaspettata. Penso a quella famiglia distrutta dal dolore, esprimendo affetto e vicinanza».

La tragedia si è consumata nel pomeriggio, davanti agli occhi disperati dei familiari, che si sono prodigati di chiamare tempestivamente il 118. Per Giovanni Simoni non c’è stato purtroppo nulla da fare.

La famiglia è anche titolare di una seconda concessionaria di automobili, aperta recentemente a Ferrara. —

Katia Romagnoli

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .