Igor incontra donne in cella. Figlia di Verri: «Incredibile»

FERRARA. Due donne potranno incontrare in carcere, Igor Vaclavic/Norbert Feher, il killer serbo condannato all’ergastolo per gli omicidi di Valerio Veri e Davide Fabbri. La direzione della prigione di Zuera, in Spagna, dov'è detenuto, ha autorizzato la visita di una amica di “penna”, Rebeca Sanchez, madrilena e figlia di un militare, conosciuta tramite lettere da sei mesi. Ne dà notizia la stampa spagnola spiegando che è stato il legale del killer a presentare la richiesta. Oltre a lei, Igor potrebbe incontrare un'altra altra amica di “penna”.

«Incredibile» decisione delle autorità spagnole, criticata da Francesca Verri, figlia di Valerio, guardia ecologica uccisa da Igor: «Non è giusto, mi sembra una cosa fuori dal mondo che un carcere di massima sicurezza possa dare la possibilità ad un assassino come lui di ricevere la visita di altre persone». «Non capisco di cosa debbano parlare - ha aggiunto - e mi chiedo per quale motivo qualcuno senta il bisogno di incontrare un uomo del genere». —


BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi