I negozi della galleria Krasnodar «Non tolleriamo più il degrado»

Troppe persone bivaccano e creano problemi di ordine pubblico Così hanno assunto nuovi vigilantes per la tranquillità dei clienti 

Il caso

Da una parte ci sono gli esercenti della galleria commerciale di Viale Krasnodar: farmacia, tabaccheria, Poste, bar, merceria e il market Conad. Poi i clienti, molti anziani e i residenti. E dall’altra ancora un gruppo di persone che bivaccano in zona e creano problemi quotidiani. E per risolverli, adesso ci sono due vigilantes della Top Secret. «La situazione non è delle migliori – denuncia Isabella, responsabile del Centro Conad – Abbiamo avuto diversi clienti che si sono lamentati per presenze poco rassicuranti, dicendoci che preferivano andare in altri negozi». E continua: «Dopo aver ristrutturato la Galleria tre anni e mezzo fa, ci dobbiamo confrontare con queste persone che entrano nel supermercato urlando, spesso scalzi, in disordine, a volte rubano o comprano alcolici per consumarli fuori». Innescando liti e creando caos. «I residenti - continua la responsabile - si lamentano, arrivano mail alla sede, ma richieste di maggior controllo non sono state esaudite: non potevamo più tollerare questo e dalla riunione condominiale è stato deciso di prendere un secondo vigilantes: solo sabato scorso sono stati chiamati i carabinieri sette volte, non si poteva andare avanti così, e in una sola settimana con la loro presenza, le cose sembrano già migliorare». L’altro ieri, un episodio emblematico; una signora è entrata alla Conad col fratello per acquistare vino e birra ma alla cassa il vigilantes ha impedito alla cassiera di venderle. Usciti, i fratelli hanno chiamato i carabinieri che poi hanno autorizzato nuovamente l’acquisto; ma anche questa seconda volta il vigilantes ha impedito alla cassiera di vendere alcolici. Così riferisce l’uomo che ritiene aver subito un sopruso. «Cosa c’entra mia sorella con quello che accade qui ?» si è chiesto. «Lei poteva comprare quello che voleva, ma non è stato così solo perché era in mia compagnia». Lui stesso ammette che tra i frequentatori della galleria Krasnodar ci sono elementi negativi, a scapito del gruppo dei suoi amici e sostiene che loro non hanno mai aggredito nessuno e spesso aiutano gli anziani nella spesa. —


Margherita Goberti

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI