Un grande capitano supera le barriere. Carrozzina al Museo

Antenucci ha appoggiato il progetto di Un Po per Tutti. Con il ricavato un aiuto prezioso ai diversamente abili

Capitan Antenucci e Luca Buzzi in campo insieme per dire no alle barriere architettoniche. . «Mirco Antenucci si è rivelato un campione di impegno civico e non solo nel calcio – commenta Luca Buzzi, presidente dell’associazione Un Po per Tutti-; grazie al suo sostegno al mio progetto #Iocontroognibarriera, sono riuscito a vendere le maglie che avevo stampato e ho acquistato una carrozzina manuale per disabili, che si trova al Museo Delta Antico, a disposizione dei turisti portatori di handicap».

la battaglia


Mai Luca Buzzi, 26enne comacchiese in carrozzina sin dalla più tenera età, avrebbe immaginato che capitan Antenucci sposasse idealmente la sua battaglia a sostegno di un territorio sempre più inclusivo, contro le barriere architettoniche che, spesso complicano la vita a chi è costretto a spostarsi su 4 ruote. Attraverso lo staff del bagno Levante di Porto Garibaldi, che il giovane comacchiese ringrazia, si è concretizzato un progetto, «perché “Antenucci oltre a scattare una foto con la maglia – prosegue Buzzi –, ha espresso il desiderio di indossarla nella vita di tutti i giorni, come gesto di sensibilizzazione».

L’acquisto della carrozzina per i visitatori disabili al Museo Delta Antico fa il paio con il precedente acquisto, quello della k-bike, resosi possibile attraverso un contributo da 3500 euro, erogato dall’amministrazione comunale.

«I volontari della mia associazione e quelli del gruppo scout Porto Garibaldi 1 di cui faccio parte – aggiunge Luca Buzzi – trasportano sulla k-bike, la persona disabile che voglia visitare il centro storico di Comacchio o le Valli. Il tutto gratuitamente. Questo è un mezzo di trasporto che permette di ovviare alle barriere architettoniche naturali determinate dalla presenza dei ponti».

Il 26enne comacchiese, attivo anche nella protezione civile Trepponti, ha recentemente realizzato una mappa, disponibile negli uffici Iat di Comacchio e dei Lidi, che suggerisce il percorso adatto in centro storico ai visitatori con disabilità. —

Katia Romagnoli

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.