Alla festa del I Maggio arriva anche il vescovo

FORMIGNANA. Ci sarà anche l’arcivescovo della diocesi di Ferrara-Comacchio, monsignor Gian Paolo Perego, a Formignana, località del nuovo Comune di Tresignana, in occasione della tradizionale festa del I Maggio, dedicato ai lavoratori.

In paese si tiene infatti da anni la grande sfilata di automezzi agricoli per il maggio cristiano che accomuna però persone di ogni idea, credenti e non, per la sua valenza sociale oltre che religiosa. Ma quest’anno, ha annunciato ai fedeli in chiesa il parroco di Formignana, Brazzolo e Gradizza, Gian Luigi Corticelli, il vescovo sarà in paese per celebrare un rito e un incontro con dirigenti e maestranze anche presso un’azienda del territorio, l’Avicola artigiana guidata da Mauro Bersanetti, realtà che ha saputo crescere e farsi conoscere.


Lo scopo, nella giornata del I Maggio, «è quello di incontrare una realtà che localmente occupa decine di lavoratori tra dipendenti e collaboratori», ha annunciato il sacerdote di Formignana.

Una festa dei lavoratori che assume un significato più ampio e occasione per la presenza nella comunità locale di monsignor Perego, da sempre tra gli altri prelati uno dei più vicini e attenti alle problematiche di chi lavora, o è disoccupato e in difficoltà economica e sociale. E sarà affrontato anche il tema dell’immigrazione, di una integrazione nel segno dell’incontro e dell’inclusione tra diverse culture. C’è fermento per la presenza del vescovo in occasione della prossima festa del lavoro. Il programma è ancora da definire nel dettaglio ma già fervono i preparativi, con in prima fila anche le organizzazioni agricole locali e provinciali. Una iniziativa accolta certamente positivamente dai fedeli e non, in tutto il paese. –

Franco Corli

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI