Casse in tilt, auto bloccate all’interno. I pompieri costretti a togliere la sbarra

Prigionieri per trenta minuti nella rampa di discesa. La guardia giurata: nessuno rispondeva da Ferrara Tua

Auto bloccate nel parcheggio di via Borgoricco

FERRARA. Una Pasquetta decisamente da dimenticare per “Ferrara Tua”, ma soprattutto per quelle cento persone rimaste bloccate con le loro auto, una cinquantina circa, all’interno del parcheggio di via Borgoricco. Sì, proprio quello supertecnologico, inaugurato appena 22 giorni prima e a pagamento da giovedì scorso.

Casse in tilt

Il pasticcio è nato nel pomeriggio, in un periodo di maggior accesso alla sosta nel multipiano che si trova a due passi dal duomo e che è molto gettonato. Le casse hanno cominciato a fare i capricci. Ad alcuni automobilisti hanno fatto pagare oltre il dovuto, c’è chi ha dovuto ripetere anche il pagamento per avere indietro il biglietto vidimato e utile per l’uscita. A un altro invece i nuovi apparecchi per il pagamento automatico hanno mangiato il biglietto, impedendo così all’automobilista una volta sceso di aprire la sbarra per uscire. Si è creato un tappo nella rampa di discesa con le auto che non riuscivano ad uscire, anche perché a molti era scaduto il tempo utile per liberare il parcheggio dopo il pagamento del ticket.

Monta la rabbia

A quel punto è partita la protesta degli automobilisti che non riuscivano ad uscire dal parcheggio, rimasti bloccati con l’auto in discesa sulle rampe e in cerca di risposte che non arrivavano. La guardia giurata, dopo aver ripetutamente schiacciato il pulsante per segnalare il grave disagio che si era creato, non ha ricevuto nessuna risposta da Ferrara Tua.

Attesa snervante

«Ho provato a chiamare qualcuno di Ferrara Tua - ha dichiarato l’addetto alla sicurezza del Corpo dei Vigili Giurati - ma nessuno mi ha dato risposta. Ho pensato allora di chiamare i vigili del fuoco e nel contempo anche i vigili urbani. Sono stati minuti interminabili, anche perché la gente giustamente cominciava a spazientirsi e chiedeva di poter uscire».

Via la sbarra

È stato così, per cause di ordine pubblico e di sicurezza, che i vigili del fuoco con l’avallo dei vigili urbani hanno staccato la sbarra di uscita del parcheggio per consentire alle auto di uscire e liberare la gente da quella che cominciava a diventare un’insopportabile reclusione forzata. Il tutto sempre con nessuno di Ferrara Tua che nel frattempo si era fatto vivo nonostante le ripetute chiamate. Il tutto è stato messo a verbale per arrivare ad un’indagine interna per capire le cause di questo grave disservizio arrivato per giunta ad appena quattro giorni dall’applicazione delle modalità di pagamento all’interno del parcheggio multipiano. Ma non è stato l’unico disservizio.

Ascensori in tilt

Molti utenti hanno anche segnalato il mancato funzionamento per un lungo periodo degli ascensori e soprattutto quelli che avevano parcheggiato l’auto al quinto piano si sono sobbarcati un bel numero di gradini in discesa e in salita. Sarà il caso di fare una ricognizione completa nelle strutture del nuovo parcheggio per evitare altri flop di questo tipo che non sono un buon biglietto da visita per la città. —