Nuova Cortevecchia: via l’asfalto. Anche Saint Etienne a Ferrara Tua

Area pedonale riqualificata fino all’ex convento. Parcheggio Aci: meno posti per “liberare” la chiesa. I lavori al via da lunedì

FERRARA. La mini-rivoluzione della sosta in piazza entra nella fase cruciale. Domani partono i lavori di sistemazione di piazza Cortevecchia, che diventerà parzialmente pedonale con la conseguente ricollocazione degli stalli auto, scooter e disabili, e la proposizione di un fondo di maggiore qualità rispetto all’attuale asfalto. Subito dopo toccherà a piazza Saint Etienne il cui parcheggio passerà dalla gestione Aci a quella di Ferrara Tua, che provvederà anche qui ad un riassetto per “liberare”, tra l’altro, la facciata della chiesa, oggi soffocata dalle auto. Alla fine di queste operazioni l’area pedonale piazza sarà allungata all’altezza di via del Turco, e la contabilità dei parcheggi a ridosso di Duomo e Municipio, contando il nuovo Borgoricco, risulterà in lieve aumento.

La Holding investe. La riqualificazione di piazza Cortevecchia inizia appunto domani, con la chiusura dell’area di sosta per spostare a ridosso dell’ex convento di Santo Stefano il carico-scarico, l’isola ecologica, gli stalli degli scooter (in una prima fase dei lavori aumenteranno anche di numero) e dei disabili. Questa prima fase durerà una quarantina di giorni, poi si comincerà a lavorare nella porzione destinata alla pedonalizzazione, che è quella a ridosso del primo tratto di via Cortevecchia.


Come si presenterà la nuova area pedonale? «Stiamo ancora mettendo a punto il progetto, in collaborazione con gli uffici comunali - è la risposta di Paolo Paramucchi, amministratore della Holding Ferrara Servizi, titolare dell’intervento - L’idea di base è di ricavarvi una zona verde, arredo urbano, fioriere e distese per le attività commerciali. Sicuramente sarà cambiato il fondo, toglieremo l’asfalto per sostituirlo con piastrellature o sanpietrini, in modo da rendere evidente la continuità con l’area pedonale delle piazze». L’investimento complessivo è di 500mila euro, quasi una continuazione di Borgoricco.

Cambio gestione.

Seguendo via Cortevecchia, a fianco delle strisce blu che resteranno disponibili, si arriva al parcheggio Saint Etienne, attualmente gestito dall’Aci. «Stiamo chiudendo l’accordo per acquisirne la gestione - anticipa Paramucchi - Funzionerà a parcometro, con un numero di stalli solo leggermente inferiore a quello attuale, perché vogliamo aprire maggiormente la facciata della chiesa. Stiamo anche studiando un accesso da via Cortevecchia, subito dopo Settimo».

Alla fine quel quadrante guadagnerà qualche decina di posti auto, considerati i 101 di Borgoricco e da Cortevecchia ne “saltano” 45. —



BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi