Colonia felina data alle fiamme nella notte, i gatti sono salvi

I volontari sono preoccupati: «Qualcuno lo ha fatto apposta e la denuncia è già partita». Rubata anche la casetta nella frazione di Banca Reno  

POGGIO RENATICO. «Hanno dato fuoco, volutamente. Su questo non ci sono dubbi. Per fortuna nessun gatto è rimasto bruciato perché in quel momento gli animali erano tutti fuori». Nei giorni scorsi qualcuno ha appiccato le fiamme alla casetta dei giochi della colonia felina di Poggio Renatico e nel giro di pochissimo tempo tutto è andato distrutto.

I FATTI

«Saranno state le 21, più o meno – racconta una delle volontarie –. Per fortuna chi abita vicino ha visto le fiamme e ha chiamato subito i vigili del fuoco che sono arrivati per spegnere l’incendio. Non è rimasto quasi niente ma almeno i gatti si sono salvati perché sono andati via». La colonia, autorizzata dal Comune di Poggio Renatico, ha ospitato fino a 13 gatti, sterilizzati e curati dai volontari dell’associazione. Esattamente ad andare bruciata è la colonia vicino alla stazione «non l’Oasi felina di Poggio, quella per fortuna funziona ancora». I residenti in zona «hanno chiamato i pompieri ma non noi – va avanti la volontaria –, che abbiamo saputo dell’accaduto solo il giorno dopo, quando siamo andati a dare da magiare agli animali. Naturalmente abbiamo subito chiamato i carabinieri e fatto denuncia contro ignoti».

LA DENUNCIA
L’episodio è stato dunque denunciato, «speriamo che questo gesto non rimanga impunito, ci sono telecamere nei dintorni, la speranza è che non ricapiti più perché questa volta i mici si sono salvati ma il rischio resta altissimo». I volontari colgono l’occasione per ringraziare per l’aiuto e solidarietà arrivata da ogni parte. La colonia è seguita da alcuni volontari, con amore e dedizione, «tutti i giorni dell’anno, 7 giorni su 7 e feste comprese». Persone «che amorevolmente dedicano ore ad altri esseri viventi, mentre qualcuno tenta di distruggere». Intanto, l’altro giorno a Banca Reno «ci hanno di nuovo rubato la casetta per i gatti che si trova sul retro della chiesa. Ed è l’ennesima volta. Noi la ricompriamo e loro la fanno sparire. Ma tanto non molliamo». —