Stop buche sulle strade In partenza i cantieri per la messa in sicurezza

Affidati gli interventi studiati nei mesi scorsi dal Comune  Si lavorerà nella zona sud del territorio: nella lista  figura anche via Portuense  

MASI TORELLO. Arriva nuovo asfalto per mettere in sesto le situazioni più problematiche della viabilità del territorio masese.

L’ufficio tecnico del Comune nei mesi scorsi aveva predisposto un progetto di messa in sicurezza delle strade della zona sud del territorio. Alcune tra queste presentano infatti diversi tratti di ammaloramento che ne rendono pericolosa la percorrenza.


L’AFFIDAMENTO

Nei giorni scorsi si è proceduto all’individuazione della ditta a cui affidare l’esecuzione degli interventi. Un passaggio cui seguirà al più presto l’inizio dei cantieri, naturalmente con l’obiettivo di ridurre in questo modo gli elementi di pericolo che si sono creati e renderle percorribili con più sicurezza, riducendo i rischi per l’incolumità pubblica.

I lavori, per un costo totale di 50mila euro, sono stati affidati ad una ditta di Quartesana.

gli interventi

Le strade interessate dai lavori di ripristino e messa in sicurezza saranno nel dettaglio: via Ariosto, subito fuori dal centro abitato di Masi San Giacomo; via Portuense, arteria di collegamento fra la frazione di Masi San Giacomo ed il territorio del comune di Portomaggiore, molto trafficata anche da mezzi pesanti per la presenza di alcune attività industriali, sia nel territorio masese che nella vicina Gambulaga; ed infine via Trotte e via Sant’Antonio, entrambe interessate dal traffico dei mezzi agricoli delle aziende presenti.

fondo argilloso

Le strade comprese nella lista presentano una tipologia di fondo argilloso del rilevato stradale che subisce rigonfiamenti e ritiri al variare delle condizioni climatiche e che richiede continui interventi di ripristino; attualmente esse presentano alcuni tratti con numerosi avvallamenti, vistose fenditure longitudinali nonché la formazione di scalini e dislivelli, che le rendono pericolose al traffico. —

Beatrice Bonsi

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

La guida allo shopping del Gruppo Gedi