Entrano con la pistola nella tabaccheria e picchiano il gestore

Tentata rapina ieri quasi all’ora di chiusura del negozio I piani dei banditi falliti per la reazione dell’esercente

FERRARA. «Apri la cassa», gli hanno intimato. Ma la pistola posata in bella vista sul bancone non ha paralizzato il gestore della tabaccheria che ha colpito al volto uno dei rapinatori. Il fatto è avvenuto ieri sera verso le 19.30 in via Bologna, a poca strada dall’incrocio con via Mambro, quasi di fronte al Bar Putinati.

L’esercente stava chiudendo i conti della giornata ed era appoggiato al bancone, vicino all’ingresso e al registratore di cassa. «Sono entrati in due - racconta l’uomo - e avevano il volto coperto da un passamontagna».


L’arma sul bancone. Uno dei banditi si era piazzato vicino all’ingresso, l’altro si è avvicinato al registratore e ha posato sul banco un’arma «di grosso calibro, senza il tappino rosso». L’uomo non ha potuto stabilire quindi se si trattasse di una pistola vera o di un giocattolo, ma la dimensione dell’oggetto - un particolare che è stato più volte ribadito dall’esercente - potrebbe far pensare ad un’arma più che a una scacciacani.

Il bandito che si era posizionato vicino alla porta ha aperto il cassetto del registratore, che però era già stato svuotato. Il gestore della tabaccheria ha colto di sorpresa l’altro malvivente colpendolo in faccia, il malvivente però ha reagito sferrandogli un pugno sul volto, che gli ha causato una lieve emorragia al naso.

I danni poi la fuga. A questo punto i due rapinatori hanno deciso di darsela a gambe dopo aver rotto un rendi resto che è stato scagliato a terra. La coppia si è allontanata verso via Aeroporto. Le modalità di esecuzione del colpo potrebbero far pensare a persone non molto esperte, forse alle prime armi.

Sul posto è giunta una pattuglia dei carabinieri, poco dopo raggiunta dai colleghi della Scientifica che hann effettuato i rilievi. Per il gestore un grande spavento, ma non è stato necessario l’intervento dei sanitari.

Non è la prima volta che la tabaccheria di via Bologna viene puntata dai banditi. «La prima volta - racconta il gestore - risale a qualche anno fa. Anche in quell’occasione chi eseguì il colpo era armato, ma non riuscì a portare a termine la rapina». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI