Via Matrana chiusa per sempre «Ci hanno avvisati all’ultimo»

Ieri la protesta dei residenti per la soppressione del passaggio a livello Il sindaco: decisione necessaria per il futuro della ferrovia Ferrara-Codigoro

MEDELANA. «Siamo arrabbiati, perché la comunicazione ufficiale da parte del Comune di Ostellato è arrivata solamente martedì scorso». A parlare sono i residenti di via Matrana, la strada che a partire di ieri diventa a fondo chiuso come previsto dall’accordo tra Comune e Fer nell’ambito degli interventi di razionalizzazione e miglioramento (specie per le condizioni di sicurezza) della linea Ferrara-Codigoro.

La notizia della chiusura di questa strada, in realtà, non risale a martedì scorso, bensì a due mesi fa, quando dopo la soppressione del passaggio a livello in via San Leonardo a Masi Torello, da Fer arrivò la comunicazione dell’identico destino per altre due strade, a partire da questa di Medelana.


la protesta

«Abbiamo letto La Nuova Ferrara - dicono i cittadini, raggiunti anche dalla candidata sindaco Daniela Fuschini -, ma aspettavamo una comunicazione ufficiale, arrivata soltanto martedì. È vero che siamo soltanto 11 famiglie, ma tra noi c’è un disabile che si reca spesso all’ospedale di Cona e chi va al lavoro in treno e la stazione è a 300 metri. Con la chiusura della strada saremo costretti ad allungare il percorso di 7 km».

il sindaco

La protesta dei residenti è partita ieri mattina in Comune, con la delegazione accolta dal sindaco, poi direttamente al passaggio al livello, con i tecnici di Fer al lavoro per iniziare la chiusura.

«Ho spiegato la situazione ai cittadini - dice il sindaco Elena Rossi -, la quale deriva dall’esigenza di migliorare l’efficienza della Ferrara-Codigoro: per ragioni di sicurezza è necessario eliminare alcuni passaggi a livello, così da consentire anche l’aumento della velocità, ora chi va a Ferrara per lavoro e studio impiego oltre un’ora da Codigoro; inaccettabile. Questo è un altro passo per arrivare all’elettrificazione della linea. Quando l’amministrazione si era messa al tavolo con Fer per valutare quali passaggi a livello chiudere, è stato individuato questo di via Matrana, perché a parte le famiglie residenti, si tratta di una strada non utilizzata da altri veicoli».

Comunque, dopo il confronto di ieri, l’amministrazione ostellatese sta già valutando una soluzione per venire incontro alle esigenze delle 11 famiglie residenti in via Matrana: «Già nel 2017 con Fer si valutò una soluzione di viabilità alternativa, ovvero immettendo via Matrana nella parallela via Coranina, di fatto così l’allungamento sarebbe soltanto di 500 metri, molto meno di quello a cui sono costretti attualmente i residenti». Una curiosità, alcune famiglie di via Matrana non risultano cittadini ostellatesi, bensì di Ferrara. —

D.B.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI