L’Anello dei Borgia diventa realtà

Cicloturismo a caccia di Lucrezia: domenica al Belriguardo apre il nuovo percorso di 40 km 

VOGHIERA. È tutto pronto e la data non è casuale. Domenica, nel giorno in cui 500 anni fa si ammalò Lucrezia Borgia (morta il 24 giugno del 1519), parte il nuovo percorso cicloturistico denominato “Anello dei Borgia”, ideato per collegare le tre delizie estensi toccate dall’anello, ossia quella del Belriguardo a Voghiera, del Verginese a Gambulaga e di Benvignante nell’Argentano.

Lo si potrebbe anche chiamare “Anello dei vicesindaci”, visto che all’idea iniziale del voghierese Paolo Lupini hanno poi aderito il portuense Andrea Baraldi e l’argentano Andrea Baldini. Il lavoro è proseguito nel corso dei mesi e, nel frattempo, Lupini e Baldini sono diventati i primi cittadini, non dimenticando questo progetto, la cui inaugurazione è prevista appunto domenica mattina.


Un primo giro di ricognizione era stato organizzato dalla Fiab, con partenza da Ferrara lo scorso mese di marzo, ma domenica a partire dalle 9 è in programma l’inaugurazione vera e propria, con ritrovo al Belriguardo di Voghiera. Effettuata la registrazione dei partecipanti, spetterà proprio a Lupini illustrare lo scopo di questo percorso, prima del brindisi e della partenza della comitiva.

Terminate tutte le tappe (con tanto di pranzo al sacco a Consandolo), la conclusione è programma nuovamente a Voghiera, con rinfresco di saluto e la presenza di figuranti in costume storico della Contrada del Borgo di San Giorgio di Ferrara. Inoltre, nella delizia del Belriguardo saranno visitabili la sezione archeologia e la nota Sala della Vigna. Info: 338.3042118.

Le tempistiche non sono state del tutto rispettate, soprattutto a causa delle elezioni, volendo comunque mantenere la scadenza del 23 giugno in omaggio a Lucrezia. Proprio in questi giorni sono stati completati i cartelli che andranno posizionati lungo il percorso nel giro di poche ore. Ma, inaugurazione a parte, la vera priorità è la promozione, perché “Anello dei Borgia” deve significare possibilità turistica per il territorio. «I primi obiettivi - dice Lupini -, sono innestarci nel circuito del Ducato Estense e collegarci al percorso ciclistico che dal Lago di Garda arriva all’Adriatico passando per Voghiera. La cosa importante è entrare nei percorsi cicloturistici proposti dai maggiori tour operator, per natura, storia e architettura abbiamo nulla da invidiare ad altre province. Questo “Anello dei Borgia” è una nuova perla per Ferrara.