Nella giunta Baldini certi Borea e Cillani Sono da sciogliere gli ultimi nodi

Capaldi in pole per un assessorato, Zaccaria capogruppo Leonardo Fiorentini verso la presidenza del consiglio 

ARGENTA. Fino all’ultimo il neo sindaco Andrea Baldini non ne vuol sapere di anticipazioni di chi entrerà a far parte della squadra che governerà Argenta.. Bisognerà aspettare oggi, quando si riunirà la coalizione che lo ha sostenuto in questa difficile campagna elettorale che ha visto Andrea Baldini superare il candidato della Lega Ottavio Curtarello di soli 35 voti al ballottaggio.

sabato il consiglio


Dunque, in attesa dell’ufficialità e della presentazione al consiglio comunale di sabato alle ore 12, si può solamente navigare fra le indiscrezioni comunque attendibili.

Su due nomi, certo non ci si può passar sopra senza considerare l’esperienza necessaria ovvero: Sauro Borea e Giulia Cillani. Il primo, 64 anni, pensionato, già assessore ai lavori pubblici, all’urbanistica e al decentramento, è sicuramente la persona giusta al posto giusto.

Troppi cantieri – piazza Garibaldi in primo luogo – sono da completare e Borea, già in tempi non sospetti, aveva confidato che avrebbe avuto piacere di restare al suo posto per almeno due anni. Sicuramente è stato accontentato.

Giulia Cillani, anche lei assessore con diverse deleghe, dopo un periodo iniziale di noviziato, a fianco di Antonio Fiorentini ha acquisito esperienza e sicurezza: un ruolo indispensabile anche per la quota rosa. Le sue deleghe? Difficile da ipotizzare ma se si tiene conto dello studio che ha fatto, i fondi europei sono suoi. Mancano tre assessori che Baldini dovrà nominare e di cui una dovrà essere donna; voci insistenti parlano di un esperto ma di una certa età.

i nomi

Tra i nomi più gettonati, quello di professionista che “mastica” leggi, statuti e che Argenta e Ferrara hanno conosciuto in quanto segretario comunale: Mario Capaldi. Gli altri due nomi potrebbero essere scelti fra i giovani delle liste d’appoggio e per costoro la permanenza in giunta s’ipotizza che sarà di due anni e mezzo, in modo che altri possano farsi un’esperienza amministrativa.

i giovani

Fra questi non ci sarà – notizia certa – Giacomo Zaccaria, 30 anni avvocato di Bando. Un volto nuovo che ha deciso di spendersi per la comunità argentana tant’è che – novità – sarà il capogruppo del Partito democratico. E a proposito di consiglio comunale, se Borea, già eletto, farà ancora l’assessore, si libera un posto sugli scranni della maggioranza e il primo dei non eletti è lo studente 21enne Francesco Gilli.

Ultima incognita è Leonardo Fiorentini; il segretario del partito democratico di Argenta, votato dagli argentani, viene dato sulla poltrona del presidente del consiglio comunale e non su quella di vicesindaco. Ma se Capaldi dovesse rinunciare? Dunque, mancano tre nomi da affiancare al sindaco Andrea Baldini (che si terrà la delega al bilancio), Sauro Borea e Giulia Cillani. Ancora qualche ora e si sapranno, l’attesa comunque è alta così come le aspettative nei confronti della nuova giunta. —

Giorgio Carnaroli

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi