Cento, aumenta l’organico della Polizia locale

In consiglio comunale bocciato il documento della Lega che chiedeva più presidi. Ma l’assessore assicura: due nuove assunzioni tra i vigili  

CENTO. Sicurezza nei punti critici del territorio centese e conferimento dei rifiuti nei centri multi-raccolta del bacino di Clara. Due temi caldi per il dibattito politico cittadino, al centro del consiglio comunale di Cento di mercoledì scorso.. Sebbene respinto, l’ordine del giorno presentato dal consigliere comunale Elisabetta Giberti (Lega) sulla necessità di un supporto e di un’implementazione al controllo di vicinato, ha permesso all’assemblea di confrontarsi su attuali e futuri progetti e interventi di prevenzione e controllo del territorio.

Lega: più contrasto. «Pur riconoscendo l’impegno di forze dell’ordine e agenti della Polizia locale, presenti in numero ridotto – ha evidenziato la Giberti –, si chiedono maggiori presidi e ulteriori controlli delle forze dell’ordine (anche notturni) sul territorio, per dare sollievo a cittadini stanchi, e migliorare la sicurezza, non solo percepita, ma anche reale, in termini di contrasto e riduzioni di furti e situazioni critiche, come il Parco delle Rimembranze a Cento, i bivacchi o le persone che vagano nelle frazioni», ha spiegato l’esponente leghista dell’opposizione.


La sorveglianza cresce. Immediata la replica nell’aula del consiglio da parte dell’assessore alla sicurezza Antonio Labianco: «Si sta lavorando per portare la sicurezza percepita e reale in città. Il controllo di vicinato nasce per recuperare quel senso di solidarietà tra i cittadini, per creare rete che aiuti le forze dell’ordine. Nei vari incontri, ho rilevato una grande partecipazione», ha spiegato ai consiglieri Labianco.

Preciso, inoltre, l’impegno dell’assessore nell’implementare l’organico della Polizia locale, visto che «sono già stati assunti tre nuovi agenti, una ulteriore assunzione avverrà nel 2019 e una nel 2020. È costante il confronto con la compagnia Carabinieri di Cento. Poi ricordo – ha proseguito l’assessore alla sicurezza della giunta guidata dal sindaco Toselli – l’attivazione del sistema di videosorveglianza, in attesa di poterne introdurre altre nelle frazioni, e l’ipotesi di aderire al coordinamento “Mille occhi sulla città”».

Rifiuti.  Ritirato invece dalla Giberti, per evitare strumentalizzazioni, l’ordine del giorno relativo al tema “Conferimento intercomunale per i residenti del Comune di Cento”: il documento nel dettaglio era stato pensato per chiedere che i cittadini delle frazioni a nord, come Buonacompra, possano portare i rifiuti al centro di raccolta di Sant’Agostino.

«Nel corso dell’assemblea dei soci del 15 luglio, i sindaci hanno chiesto un deliberato che verrà approvato tra agosto e settembre in tutti i consigli dell’Alto Ferrarese. Arrivata il 17, la delibera è in fase di istruttoria, e prevede l’adesione alla convenzione, oltre ai Comuni ex Area, anche dei Comuni dell’Alto Ferrarese e di Comacchio. Obiettivo, costituire una rete che consenta ai cittadini centesi di conferire negli altri centri multi-raccolta del territorio». —

Beatrice Barberini

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi