Ultimi test allo stadio, lunedì i controlli su giunti e bulloni

Risultati positivi per le prove alla Curva Ovest, oggi si replica. Esami sicurezza ok, via alle verifiche su errori di montaggio 

FERRARA. La perizia sulle strutture dello stadio Paolo Mazza arriva quasi in zona Cesarini: ieri i test di carico sulla Curva Ovest, lato Corso Piave, oggi la fine dell’altra parte, verso Gradinata nord. E così come registrato per i precedenti esami di carico, in corso dalla settimana scorsa prima sulla Gradinata Nord e poi sulla Curva Est, non si sono registrati valori anomali, con abbassamenti (le flessioni delle travi) nella norma e nell’ordine dei 2/3 millimetri, ritenuti dai tecnici dati positivi a garanzia della sicurezza delle strutture sollecitate.

Ottimismo dalle parti


Dati che da parte di legali e tecnici dei 14 indagati e soprattutto della Spal e del Comune, inducono all’ottimismo, per poter arrivare al dissequestro quanto prima e poter giocare le prime partite sul campo di casa. Posizioni di parte, poichè occorrerà attendere prima il deposito dei dati, poi la relazione del pool tecnico della procura (i consulenti Pellegrino, Organte e Zanini) e quindi la valutazione che dovranno fare i magistrati della procura, il pm Cavallo e il procuratore capo Garau, per concedere o meno il dissequestro. Perchè come evidenziato nei giorni scorsi, gli inquirenti (tecnici, finanza e procura stessa) hanno sollevato dubbi sulle anomalie degli errori di esecuzione e montaggio, come documentato dalla Nuova Ferrara, sulla assenza di dadi, bulloni e altre «anomalie”, tra cui tiranti delle coperture, criticità registrate e fotografate.

Controlli sui giunti

Per questo motivo, da lunedì mattina, come deciso dai tecnici, inizieranno le verifiche a campione sulle giunzioni bullonate e non solo: il tecnico della procura (l’ingegner Organte del pool del consulente Pellegrino) ha individuato un piano di indagine per individuare le giunzioni più critiche e stabilire il modus di controllo: per tutto lunedì andranno avanti queste verifiche, poi dati e numeri verranno elaborati nelle relazioni tecniche del pool, e infine toccherà alla procura valutare cosa fare e come farlo: se dissequestrare lo stadio senza o con prescrizioni, per correggere errori e anomalie: la variabile resta questa, per i tempi della consegna dello stadio alla Spal.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi