Cocktail multiplo alla ragazzina, Bagno di Lido Estensi chiuso per cinque serate

L'ingresso del Bagno Sol Levante a Lido Estensi

Alcol ai minori: il questore chiude il Sol Levante, ma a Ferragosto potrà stare aperto. Tra i giovanissimi il tam-tam via social dei locali dove si beve senza controllo

LIDO ESTENSI. Un altro stabilimento balneare, questa volta il Sol Levante di Lido Estensi, sarà chiuso cinque serate, domani, 14, 17, 18 e 20 agosto su ordine del questore di Ferrara Giancarlo Pallini per vendita di alcol a minori. . L’allarme era scattato da segnalazioni giunte alla polizia amministrativa della Questura e poi con la collaborazione della polizia locale di Comacchio, il 30 luglio alle 23.30 è stato accertato che una ragazzina 14enne aveva acquistato un “Sex on the Beach”, cocktail che comprende anche vodka, servito in un bicchierone con cannucce colorate: prezzo 16 euro.

Ferragosto caldo


Da qui la decisione della sospensione a cavallo del Ferragosto con un provvedimento del questore che punta a sensibilizzare i locali dei Lidi con queste operazione di prevenzione portate avanti da Polizia Carabinieri e Polizie Municipali di Ferrara e provincia, contro l’emergenza dell’abuso di alcol.

Atti “punitivi”, attenuati comunque, spiega lo stesso questore Pallini, poichè «si vuole spingere gestori e famiglie ad una maggiore consapevolezza dei danni sui giovanissimi che fanno uso di alcol». L’attività di prevenzione che la Polizia amministrativa ha da tempo in corso a Ferrara, si è spostata - grazie alla collaborazione e agli sforzi di carabinieri e polizia locale comacchiesi - proprio sui Lidi dove nell’arco di poche settimane sono stati emessi tre provvedimenti di chiusura per vendita di alcol a minori di 16 anni, con le relative denunce penali per somministrazione di alcol vietata. Il primo ad essere colpito era stato il Bagno Orsa Minore a Lido Nazioni, dove le indagini dei Carabinieri hanno portato alla chiusura del locale per 3 serate; quindi il bar “Phoneix” di Lido Spina dove Polizia Municipale e Questura hanno contestato la vendita di alcol a minori sotto i 16 anni e chiuso il locale per 10 giorni. E infine quello attuale al Bagno Sol Levante, chiuso per 5 serate. L’allarme che viene lanciato da queste operazioni è che purtroppo il fenomeno dell’abuso di alcol si è allargato a ragazzini sotto i 14 anni. Mentre si ricorda, il divieto di vendere alcol sotto i 16 comporta anche reato penale e processo per i titolari dei locali.

13 locali nel 2019

L’attività di prevenzione e repressione, non a caso, nella città di Ferrara e in tutta la provincia, nei primi 8 mesi del 2019 ha portato il questore ad emettere 13 provvedimenti di sospensione: 5 per vendita di alcol a minori, 5 per vendita alcol in violazione ai regolamenti comunali e 3 per frequentazione di pregiudicati. Un fenomeno che sta dilagando, dicono gli inquirenti, facilmente verificabile poichè sono gli stessi ragazzi ad “autodenunciarsi”, indirettamente, pubblicando le loro “storie” di trasgressione e alcol sui social, senza nessun limite a privacy o a profili chiusi, senza preoccuparsi che immagini e racconti sono visionabili da chiunque comprese le forze di polizia. Tutti i locali indicati, sono “accusati” (soprattutto quelli cittadini compresi i negozi etnici) di aver venduto alcol senza mai chiedere documenti e verificare la maggiore età. Del resto, sono gli stessi ragazzini minorenni che con il passa parola sanno dove andare e a chi rivolgersi per ottenere superalcolici senza problemi. E ora il tam-tam si è spostato sui Lidi. Dove - ribadiscono gli inquirenti - con la stagione estiva si sono intensificati le attività e verranno potenziate in queste settimane. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi