San Paolo, primo chiostro pronto per settembre. Palazzo Schifanoia apertura il prossimo anno

La mappa dei cantieri del Comune sui lavori ai monumenti cittadini. Torre dell’Orologio, chiese e Baluardo dell’Amore ancora sotto i ferri 

FERRARA. Ferragosto è tempo di bilanci sui cantieri dell’amministrazione comunale aperti per la sistemazione di palazzi e monumenti storici.

San Paolo


Si parte da una buona notizia: a fine settembre il primo chiostro del complesso di San Paolo in piazzetta Schiatti verrà ultimato e consegnato, al termine di lavori di rifinitura. Per quanto riguarda il cortile dei carri dell’ex monastero, è terminata la fase degli scavi e dei rilievo archeologici e sono state posate le tubazioni per l’allacciamento al teleriscaldamento. Interventi anche nell’ex refettorio. Importo finanziato:2,341 milioni.

Palazzo Schifanoia

Procedono i lavori per il restauro complessivo di Palazzi Schifanoia per un valore di 2,9 milioni di euro. Sono conclusi i lavori nell’ala trecentesca e sono in corso le lavorazioni nell’ala quattrocentesca. La posa del pavimento in cotto è prevista per la fine di agosto. È terminato anche il consolidamento della cornice in cotto su entrambe le facciate dell’edificio. Schifanoia potrà essere nuovamente riaperto al pubblico nel 2020 e rafforzerà il sistema museale ferrarese, ancora con i cerotti per le ferite del sisma.



Torre dell’orologio

I lavori partiti ad aprile vedono la conclusione della prima fase con le operazioni di demolizione di intonaci, pavimento e bagni interni. Sono in fase di realizzazione le opere strutturali di consolidamento ed il tracciamento degli impianti. L’importo complessivo dell’opera è di 415mila euro e sarà necessario sistemare anche l’orologio visto che continua a rimanere fermo da tanto tempo. Conclusione nel 2020.

Baluardo dell’amore

Una delle operazioni più complesse di recupero delle mura, riguarda il Baluardo dell’Amore. Sono state ultimate le integrazioni murarie ed il consolidamento delle murature. Per la passerella di collegamento del percorso sopramura si sta predisponendo nel realizzare le basi in calcestruzzo armato della struttura metallica. La pavimentazione della piazza bassa ha già visto la realizzazione di un sottofondo in misto stabilizzato.

Sant’Antonio

Iniziati lo scorso anno a settembre i lavori per il rafforzamento dei locali del monastero di Sant’Antonio in Polesine (chiesa, campanile e convento) hanno visto già la conclusione dei lavori di consolidamento della struttura della copertura dell’area noviziato. Terminati anche i lavori di ricostruzione e recupero della cuspide del campanile, attualmente sono in corso i lavori di copertura dei fabbricati. Importo complessivo dell’opera: 1,6 milioni di euro.

Chiesa Madonnina

Sono cominciati a marzo i lavoro di riparazione con rafforzamento dell’immobile post sisma della chiesa della Madonnina in via Formignana, angolo via Carlo Mayr. Il complesso religioso, di proprietà del Comune di Ferrara è composto da chiesa, canonica e convento. Attualmente sono in corso gli allestimenti dei ponteggi per il sostegno delle volte all’interno della chiesa e stanno procedendo i consolidamenti alle strutture del coperto. L’intervento supera il milione di euro.

Teatro Comunale

I lavori di riparazione e miglioramento post sisma del teatro Comunale si sono conclusi. In questi giorni è stato fatta una nuova pavimentazione tra Rotonda Foschini e corso Martiri ed è prevista una tinteggiatura esterna proprio sul lato di corso Martiri. —