Tragica vacanza: muore a Sirmione per un malore

Un ferrarese di 49 anni colpito da infarto fulminante mentre era al Lago di Garda per le ferie. Mercoledì i funerali in certosa

FERRARA. È stato stroncato da un infarto mentre si trovava in vacanza a Sirmione sul Lago di Garda. È morto così improvvisamente nella notte Sergio Marchi, 49 anni, residente a Barco.

L’uomo era andato nella caratterista località sul Garda in provincia di Brescia per trascorrere come turista un paio di giorni di relax alle terme in compagnia dello zio Lorenzo Campana. Durante la notte ha accusato un malore, non riusciva più a respirare e le sue condizioni sono precipitate nonostante il rapido invio di un’ambulanza, è morto nella sua stanza dell’hotel.


Il ricordo della zia

«È stato un fulmine a ciel sereno - racconta con grande tristezza sua zia Carmen - Sergio per noi era come un figlio, aveva perso sua mamma Franca quando aveva solo 16 anni, per una morte avvenuta per un incidente stradale in via Marconi qui a Ferrara circa 33 anni fa. Da allora è sempre stato nella nostra famiglia, ha vissuto in casa con mia mamma e l’altra sorella prima di diventare adulto. Quella di Sergio è una morte che ci lascia un grande vuoto, era in salute, non aveva particolari problemi. Era partito con mio marito per una breve vacanza, avevano intenzione di stare via una settimana ma hanno trovato posto solo per qualche giorno. Purtroppo il loro soggiorno si è concluso in modo imprevisto e tragico. Un’altra disgrazia improvvisa ha colpito così la nostra famiglia. Un lutto per noi ancora devastante. Ho provveduto ad informare anche i colleghi di lavoro di Sergio».

I funerali si svolgeranno mercoledì 15 nel tempio di San Cristoforo alla Certosa con il feretro che arriverà direttamente da Sirmione. Al termine delle esequie seguirà la cremazione e la tumulazione. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI