Nuova stagione anti-smog a Ferrara e Cento: stop al traffico e bolli gratis

Il Piano emiliano romagnolo scatta l’1 ottobre: sconti fiscali alle auto ibride. Il Comune è prudente: prima delle ordinanze confronto al tavolo regionale

FERRARA. La Regione Emilia Romagna conferma le misure antismog con le limitazioni alla circolazione dei mezzi più inquinanti, estende il divieto di utilizzo delle biomasse a uso domestico anche agli impianti certificati 2 stelle e rilancia con un pacchetto di azioni formative e informative per studenti, tecnici e cittadini.

Già 41 sforamenti


Dall'1 ottobre si ripropongono i provvedimenti inclusi nel Piano aria integrato regionale rivolti ai comuni emiliano romagnoli sopra i 30mila abitanti, e dunque anche a Cento e Ferrara: il capoluogo è l’unico in regione ad aver già superato prima della fine dell’anno la soglia massima di 30 sforamenti del limite delle micropolveri: la centralina Arpea di corso Isonzo ne ha contati finora 41.

Il piano prevede lo stop, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30 e nelle domeniche ecologiche (almeno dieci nell’arco di sei mesi), dei mezzi a benzina pre-euro ed euro 1, dei diesel fino a euro 3 (compreso) e dei cicli e motocicli pre-euro. Possono circolare i mezzi a benzina a partire dagli euro 2, i diesel dagli euro 4, i cicli e motocicli euro 1 o superiore. Via libera sempre ai veicoli mono e bifuel metano-benzina, Gpl-benzina, elettrici e ibridi, oltre che car pooling (veicoli con almeno tre persone a bordo), trasporti specifici o usi speciali e mezzi in deroga. In caso di superamento del limite delle Pm10 (50 microgrammi al metro cubo) per tre giorni consecutivi, scattano le misure emergenziali dal giorno seguente a quello del controllo: stop alla circolazione anche per i diesel euro 4, vietati le combustioni all’aperto (falò, barbecue...), l’uso di impianti a biomassa fino a tre stelle, e lo spargimento di liquami agricoli, mentre il riscaldamento deve mantenersi entro i 19 gradi nelle utenze domestiche e i 17 gradi nelle fabbriche.

Confermati gli ecobonus per la sostituzione dei veicoli più inquinanti: i privati possono farne richiesta entro il 30 settembre, le imprese entro il 15 ottobre mentre il 31 dicembre scade il termine per beneficiare del bollo auto gratis per i veicoli ibridi.

Ma la vera novità, come spiega l’assessore regionale Paola Gazzolo, è la promozione «a 360º di nuovi stili di vita all’insegna della mobilità sostenibile e della riduzione delle emissioni, anche grazie al progetto comunitario Prepair che vede la Regione alla guida di altri 17 partner impegnati a migliorare la qualità dell’aria».

Il Comune

L’attuazione delle misure del Piano aria integrato regionale 2020 è affidata all’adozione di ordinanze da parte dei sindaci dei Comuni interessati. Su questo punto l’assessore comunale all’Ambiente Alessandro Balboni è prudente: «Come nuova amministrazione non abbiamo mai avuto modi di partecipare ai tavoli regionali dedicati al Piano aria integrato, attendiamo di poterci confrontare con la Regione su questi temi importanti e delicati per poter valutare quali interventi adottare per migliorare la qualità dell’aria». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI