Rapina in banca, terrore per gli ostaggi

Quattro uomini in azione alla Bper: il bottino è di 120mila euro. Le immagini del colpo riprese dalle telecamere

In quattro fanno irruzione in banca in pieno giorno e dopo aver tenuto in ostaggio 12 clienti e 2 dipendenti, senza esibire armi, si danno alla fuga con un bottino di circa 120mila euro. . È successo ieri mattina, attorno alle 12.30, quando quattro malviventi, uno dei quali con barba molto probabilmente posticcia, un altro con una bandana e altri due, rimasti all’esterno con passamontagna calato sul volto, hanno rapinato la filiale Bper di San Giuseppe lungo la strada statale Romea.

LA PAURA. Dopo aver preso in ostaggio una dozzina di clienti presenti all’interno dell’istituto di credito, chiudendoli in un locale posto all’altezza della parete interna allo sportello bancomat, due dei malviventi si sono diretti verso i due dipendenti, reclamando la consegna del denaro custodito in cassaforte.



Una volta prelevato il denaro contante che, a seguito di un primo conteggio ammonterebbe a circa 120mila euro, i due rapinatori hanno intimato ai due dipendenti di entrare in un ufficio, all’interno del quale sono stati trasferiti anche i 12 clienti presi in ostaggio al momento dell’irruzione. Richiusa la porta alle spalle i malviventi si sono dileguati con il bottino insieme agli altri due, che all’esterno fungevano da palo. Alle 13 gli ostaggi sono riusciti a lanciare l’allarme al 112 e in pochi minuti sono piombate sul posto una gazzella del Norm della compagnia di Comacchio e una pattuglia della stazione carabinieri di Porto Garibaldi.

LE TELECAMERE

Da subito sono partite indagini su più fronti, che coinvolgono anche i territori vicini. Già acquisiti anche i filmati delle telecamere piazzate davanti alla banca, ma non è da escludere che ulteriori elementi utili agli investigatori possano giungere dalle riprese dei circuiti interni alle aree di servizio. —

Katia Romagnoli