Nido e materna restano chiusi. L’ordinanza dopo il sopralluogo

La Scuola del Sorriso non ha passato l’esame e i vigili del fuoco hanno detto no. Il sindaco: «Non possiamo rischiare, le infiltrazioni d’acqua preoccupano»

FERRARA. «È una situazione davvero difficile, stiamo cercando ogni soluzione possibile». La Scuola del Sorriso di Lagosanto resterà chiusa. I vigili del fuoco, dopo un sopralluogo, hanno comunicato al sindaco Cristian Bertarelli la “necessità di rendere non fruibili i locali”: una doccia fredda ad inizio anno scolastico, con bambini molto piccoli che dovranno essere sistemati in altre scuole.

Cosa è successo


La Scuola del Sorriso di Lagosanto è stata inaugurata nel 2013 e ospita la suo interno asilo nido e scuola materna. Fin da subito la struttura ha presentato problemi a tetto, con infiltrazioni che sono diventate sempre più importanti nel corso degli anni e che non si è mai riusciti a fermare nonostante i continui interventi. In pratica, ogni volta che piove alcuni locali si allagano. Con l’ultimo temporale di fine agosto, la situazione è evidentemente precipitata.

Già nel mese di luglio il sindaco da poco eletto Cristian Bertarelli ha chiesto chiarimenti all’ufficio tecnico e con nota del 23 agosto veniva indicato che le condizioni osservate “non precludono l’agibilità dei locali per lo svolgimento delle attività scolastiche” e veniva consigliata però una perizia tecnica a cura di un tecnico abilitato con analisi più approfondita della stabilità della costruzione.

Col temporale del 6 settembre si sono registrate nuove ed importanti infiltrazioni d’acqua e il sindaco ha chiesto l’intervento dei vigili del fuoco.

Interventi urgenti

I vigili hanno segnalato l’urgenza di una verifica generale della situazione “al fine di determinare gli interventi necessari per scongiurare eventuali distacchi di parti interne, l’ammaloramento delle strutture o eventuali problematiche agli impianti che possano causare pericolo immediato per le persone e finalizzando gli stessi a ripristinare le necessarie condizioni di sicurezza”. E dove viene evidenziato che “nelle more degli interventi ritenuti risolutivi della situazione dovrà essere valutata la necessità di rendere non fruibili i locali e/o parte degli stessi interessati dalle problematiche segnalate”.

Il sindaco Bertarelli ha quindi emesso subito ordinanza, «non possiamo rischiare, dobbiamo arrivare fino in fondo questa volta». Bertarelli ha quindi disposto Scuola del Sorriso, sita in via Giovanni XXIII di proprietà del Comune di Lagosanto, fino alla conclusione delle indagini in corso già predisposte, a tutela dell’incolumità e della sicurezza pubblica». Infine, «Il Comune sta verificando la disponibilità di spazi sufficientemente idonei anche se non specificatamente destinati all’attività didattica per accogliere le attività scolastiche ed educative cercando di arrecare minor disagio possibile». —