Affitti calmierati in centro a Ferrara per evitare la moria di negozi

La proposta dell’assessore Fornasini: «Legare i canoni al rendimento delle attività, è stato allestito un tavolo con le associazioni di categoria»

FERRARA. «Affitti calmierati in avvio di attività per favorire l’apertura di quegli spazi commerciali rimasti vuoti e non più riempiti in centro storico».

L’assessore comunale al commercio e bilancio Matteo Fornasini risponde al grido d’allarme lanciato dalla Confesercenti, che in settimana ha diramato un censimento sulle chiusure senza ricambi dei negozi nelle vie centrali di Ferrara. Sono ben 65 le botteghe che presentano la saracinesca definitivamente chiusa e al momento non si è trovato un sostituto, in base alla mappatura effettuata dall’associazione di categoria.


La priorità

«Quello del caro affitti - dichiara Fornasini - è una delle priorità che dobbiamo affrontare per cercare di risolvere il problema del commercio in centro. In queste settimane abbiamo aperto un tavolo con la Camera di Commercio e le associazioni di categoria per affrontare insieme determinate problematiche e ascoltare il parere prezioso dei vari operatori del commercio. Nel programma della campagna elettorale che abbiamo presentato ai ferraresi c’era anche un punto specifico che riguardava il caro affitti in centro storico per le attività commerciali. Come Comune stiamo lavorando, insieme anche alle associazioni dei proprietari immobiliari, per arrivare ad applicare affitti calmierati alle attività commerciali. Nel senso che proponiamo di legare il canone d’affitto al fatturato dell’attività commerciale. Il primo anno o bienni chi entra nel negozio paga un affitto più basso, nel caso l’attività commerciale riesca a resistere sul mercato ed aumentare il volume d’affari ecco che scatta un aumento proporzionato all’espansione dell’attività. Crediamo che in questo modo si dia un aiuto a chi deve avviare un’attività commerciale e nell’altro si offre la possibilità al proprietario di affittare un immobile e quindi di percepire un canone di locazione, invece di non instacare alcun affitto per un locale che resterebbe chiuso».

Possibile manovra Imu

È allo studio, ma questa opzione - come precisa lo stesso assessore Fornasini - dovrà attentamente essere passata al vaglio della giunta e dopo un confronto con le associazioni di categoria, anche una possibile manovra sull’Imu relativa ai locali dati in affitto, la possibilità cioè di applicare agevolazioni ai proprietari che affittano spazi per attività commerciali.

«Il tema affitti dei locali del centro - continua l’assessore - è una delle priorità di questo avvio di legislatura e nei prossimi giorni lo affronteremo per cercare di riempire quegli spazi rimasti vuoti. Il centro storico deve diventare sempre più attrattivo. E proprio in questi giorni si è trovato un sostanziale accordo per le luminarie in viste del prossimo natale. Un argomento che spesso è stato tema di contrasti negli anni passati, ma che ora fa registrare un accordo tra l’Ati che ha in gestione le attività natalizie per Ferrara e la associazioni di categoria». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI