Ferrara. Dal campo nomadi tre famiglie andranno nelle case popolari

Il Comune le assegnerà a nuclei seguiti dai servizi sociali. Sistemazione con durata biennale per motivi straordinari

FERRARA. La data dello sgombero definitivo del campo nomadi, annunciata dalla giunta, è ormai in vista. Entro una settimana, stando alle scadenze più volte ribadite dagli assessori Nicola Lodi e Cristina Coletti, l’area di via delle Bonifiche dovrebbe essere svuotata, anche se la sensazione è che i tempi potrebbero allungarsi. Non, forse, per tre nuclei familiari seguiti dai servizi sociali che riceveranno un alloggio di edilizia residenziale pubblica, in pratica una casa popolare. La zona individuata, almeno per due se non per tutti e tre i nuclei, dovrebbe essere Barco-Pontelagoscuro.

Le determine


La decisione è stata assunta con tre determine comunali pubblicate nei giorni scorsi, nelle quali si precisa che le famiglie interessate dai provvedimenti risultano «avere i requisiti di legge» oltre a quelli previsti «dal vigente regolamento comunale per l’assegnazione definitiva di un alloggio erp». I tre nuclei sono seguito dal servizio sociale e si trovano in situazione «di estrema emergenza abitativa» a causa «di eventi che hanno determinato l’impossibilità per la famiglia di continuare ad utilizzare la propria sistemazione abitativa». L’intervento viene eseguito in condizione «di urgenza e straordinarietà».

L’alloggio sarà assegnato «in via provvisoria per due anni (salvo eventuale pronuncia di decadenza».

Per l’eventuale assegnazione definitiva, però, «occorrerà l’adozione di un apposito provvedimento e la chiamata per ordine di graduatoria». La disponibilità degli appartamenti dovrebbe essere garantita a breve ma non ci sono ancora date ufficiali. Intanto il capitolo campo nomadi resta aperto e la situazione in via Bonifiche, dopo i primi traslochi, rimane confusa.

Le famiglie trasferite a Monestirolo sono «temporaneamente» rientrate al campo per curare, dicono, gli interessi familiari prima dello smantellamento dell’area. Due famiglie, con relativa casetta, sono state trasferite in via Frassinetta, zona Pontelagoscuro. Ma nel campo restano almeno una ventina di persone in attesa di destinazione. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI