Ferrara, corso Porta Mare a senso unico? I negozianti non ci stanno, ma gli utenti dicono sì

Corso Porta Mare trafficato

Il progetto di liberare una parte dell'asse con corso Porta Po dal traffico fa discutere. A colloquio con commercianti e fruitori sull’ipotesi di una nuova viabilità

FERRARA. L’asse Porta Mare-Porta Po è davvero spinoso per la viabilità cittadina, sostengono residenti e frequentatori della via, «la strada è interessata da un traffico sostenuto – affermano – ed è stretta, ed è possibile parcheggiare su entrambi i lati, ci sono molti pericoli per bici e pedoni, soprattutto di sera, visto che la strada è buia, eccezion fatta per la ben illuminata piazza Ariostea».

Il progetto


Così i progetti dell’amministrazione, che sta studiando i flussi di traffico su queste vie per, eventualmente, istituire un senso unico «richiesto – afferma l’assessore ai lavori pubblici, Nicola Lodi – da più parti», potrebbe trovare l’opposizione dei soli commercianti della via, già sul chi va là di fronte ai paventate cambiamenti.

Commercianti

«Non mi sembra una bella cosa rendere questa strada a senso unico – considerano dal panificio all’angolo fra via Porta Mare e via Montebello – sono abituata a vedere passare tante macchine e credo sia meglio un buon passaggio. Se poi dovessero fare il senso unico dovrebbero anche prevedere parcheggi, che non siano a pagamento».

L’idea non convince nemmeno i gestori del supermercato Despar: «potrebbe essere un modo per mettere ulteriormente in crisi il commercio. Siamo in una zona di passaggio, se tagli completamente un flusso di marcia… Il vero problema in questa strada è che vanno forte, e se istituissero un senso unico andrebbero ancora più forte, come vanno la mattina presto quando i semafori ancora lampeggiano e non sono attivi; ma per attenuare la velocità basterebbe posizionare dei dossi, quelli veri, in prossimità delle strisce e delle scuole».

Al bar tabaccheria La Coccinella la musica non cambia: «sono contrario, per noi sarebbe un problema ogni volta entrare a lavoro, comunque sono 15 anni che sono qua e questa storia la sento spesso. Proprio ieri poi dicevamo con alcuni clienti che Ferrara è bella proprio perché non ha tanti sensi unici, come Ravenna per esempio… e ora vogliono farli».

Dalla Farmacia comunale numero 1, propongono altre soluzioni, «come fare posteggi solo su un lato della strada, ma non un senso unico che sarebbe un vero problema. E bisogna potenziare i mezzi pubblici, perché tante macchine che fanno questa strada hanno dentro sempre una sola persona».

La pensa diversamente invece l’edicolante di Porta Mare di fronte a piazza Ariostea, che considera il senso unico «una bella soluzione per una strada davvero stretta, visto anche la possibilità di parcheggiare su entrambi e lati, e pericolosa per le bici soprattutto».

Residenti e utenti

I residenti sono dello stesso avviso: «non lo faranno mai, ma spero lo facciano perché la mattina è impossibile aprire le finestre, c’è molto rumore, passano tante macchine ma anche corriere, e camion che stanno fermi anche a lungo»; concordi anche molti frequentatori, che in macchina o in bici percorrono la strada, temendo di attraversarla soprattutto quando sono in auto e «c’è il rischio di investire pedoni che non si vedono e bici che invadono la strada». -

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI