Ferrara vara l'ordinanza anti smog: blocchi al traffico (ed esenzioni) e undici domeniche ecologiche

Escluse le “strade corridoio” le limitazioni si applicano nel centro abitato dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30

FERRARA. Il Comune di Ferrara ha varato l’ordinanza con le misure anti smog che scattano proprio da oggi.

TRAFFICO. Escluse le “strade corridoio” le limitazioni si applicano nel centro abitato di Ferrara dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30. Il divieto di circolazione è disposto per i veicoli a benzina fino alla categoria Euro 1, i diesel fino a euro 3, i ciclomotori e motocicli pre euro. I veicoli diesel euro 4, per i quali era stato deciso lo stop in occasione delle misure emergenziali un anno fa, poi revocato, sono quindi ammessi.



Possono sempre circolare gli autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car pooling) se omologate a quattro o più posti oppure con almeno 2 persone a bordo se omologati a 2/3 posti, i veicoli a metano o gpl e quelli elettrici o ibridi con motore elettrico. Previsto anche un lungo elenco di deroghe che consentono il passaggio ai veicoli utilizzati per alcuni tipi di servizi (trasporto pazienti per terapie indispensabili o indifferibili, operatori dei mercati, trasporto scolastico e veicoli usati da persone con Isee inferiore a 14mila euro e non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni).

DOMENICHE ECOLOGICHE. Le stesse limitazioni saranno in vigore anche nelle domeniche, sempre dalle 8,30 alle 18,30. Queste le date decise dopo il confronto con gli operatori commerciali
• domenica 13/10/2019,
• domenica 20/10/2019
• domenica 10/11/2019
• domenica 17/11/2019
• domenica 01/12/2019
• domenica 19/01/2020
• domenica 02/02/2020
• domenica 16/02/2020
• domenica 15/03/2020
• domenica 29/03/2020
• domenica 05/04/2020

FESTIVI ESCLUSI. Le limitazioni al traffico NON saranno in vigore nelle giornate festive di:
venerdì 01/11/2019,
mercoledì 25/12/2019,
giovedì 26/12/2019,
mercoledì 01/01/2020.

Infografica Misure Antismog 2019 2020 by Luca Traini on Scribd



RISCALDAMENTO. L'ordinanza prevede inoltre che:
su tutto il territorio comunale è obbligatorio utilizzare nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale < 35 Kw pellet certificato conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2 da parte di un Organismo di certificazione accreditato. Gli utilizzatori hanno l'obbligo di conservare la pertinente documentazione.

L’ordinanza comunale per l’autunno-inverno 2019-2020 vieta anche, l’utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa con classe emissiva inferiore o uguale a 2 stelle e l’utilizzo di camini aperti, sempre che il locale abbia un impianto di riscaldamento alternativo.

MISURE EMERGENZIALI. Fin qui le misure ordinarie. Ma se il monitoraggio del lunedì o del giovedì indica particolari accumuli di micropolveri nell’aria, dovranno fermarsi anche i veicoli euro 4; nelle case la temperatura non potrà salire sopra i 19° e nelle aziende industriali e artigianali sopra i 17°; vietati la sosta col motore acceso, le combustioni all’aperto e lo spandimento di liquami. Per quanto riguarda le stufe, potranno funzionare solo quelle con almeno 4 stelle.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi