Le telecamere li riprendono. Presi dopo la razzia al cantiere

Due uomini ieri stavano portando via materiale edile in via Palmirano. Il responsabile dei lavori ha dato l’allarme e i carabinieri hanno fermato i ladri  

Un tentativo di furto – fortunatamente non andato a segno – è stato messo in atto nel pomeriggio di ieri in un cantiere nelle campagne vicino a Gaibanella. Il fatto è avvenuto circa a metà pomeriggio nel fondo “Sant’Agnese” in via Palmirano, in un immobile rurale disabitato nel quale sono in corso dei lavori per il rifacimento della copertura e di miglioramento sismico della struttura.

Il tentativo


I malviventi, complice anche la posizione della casa colonica – piuttosto isolata e lontana da altre abitazioni – hanno pensato potesse essere l’ora migliore per agire indisturbati, e si sono quindi introdotti nel fondo agricolo, forzando una porta del cantiere, per mettersi poi alla ricerca di attrezzi e materiale da sottrarre. Hanno quindi radunato dei trapani e altro materiale da cantiere, e li hanno ammucchiati davanti all’entrata, pronti per essere caricati. Non hanno però fatto i conti con il sistema di sorveglianza del cantiere: il capocantiere ha infatti subito ricevuto la segnalazione e verificato l’avvenuta intrusione tramite le telecamere di sicurezza, ed ha quindi immediatamente avvisato le forze dell’ordine. I carabinieri si sono tempestivamente precipitati sul luogo, mettendo in fuga i malviventi.

Fuga breve

La fuga è però durata poco: i carabinieri si sono infatti messi sulle tracce dei ladri setacciando le campagne circostanti, e dopo un breve inseguimenti, li hanno trovati nascosti dentro una scolina vuota. I due sono stati quindi fermati, e a loro carico è stata quindi sporta denuncia per violazione di proprietà privata e tentato furto. —

Marcello Ferrari

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI