Musicista stroncato da malore improvviso

Cordoglio per la morte di Basili, 59 anni, percussionista del gruppo Gnu e pioniere dei Piccoli cantori di San Francesco

FERRARA. Un malore improvviso lo ha stroncato. Lutto e cordoglio nel mondo delle musica per la scomparsa di Fabio Basili, 59 anni, percussionista storico del gruppo musicale “Gnu”. Venerdi 11 ottobre verso le ore 17.30 un infarto fulminante, mentre era in strada in centro città, non ha lasciato scampo a Fabio Basili che lascia nel dolore inconsolabile la compagna Barbara Nanni e tre figli.

Dal coro alla batteria


Amante del mondo musicale, fin da piccolo, Fabio Basile ha militato nel piccolo coro di San Francesco diretto da padre Orazio fin dagli anni Settanta e in questa fase aveva anche cominciato a cimentarsi con le percussioni iniziando a intuire che la musica sarebbe diventata la grande passione della sua vita. Al piccolo coro è sempre rimasto legato al punto che, come ha ricordato anche padre Orazio, nel 2015 era presente al teatro Comunale quando si è festeggiato il 40° anniversario di fondazione del coro. Con lui c’erano anche gli altri protagonisti del gruppo musicale. Una presenza per ricordare l’esperienza vissuta all’interno di un gruppo giovanile dove si formano amicizie e dove si forge anche lo spirito di gruppo che è importante, per un ragazzo, per poi affrontare le successive tappe della vita. Nel percorso di vita di Fabio Basili c’è stata anche una esperienza di studio per entrare nell’ordine dei Francescani che però non si è conclusa avendo poi scelto un’altra strada di vita.

Gli Gnu al completo. Fabio Basili in basso a destra


Kolbe e Gnu

Ma il grande richiamo era sempre la musica al punto da dar vita al gruppo musicale i Kolbe per poi, con il passare del tempo, ha portato nel 2000 a creare il gruppo musicale “Gnu”. In pratica erano sempre gli stessi amici, che suonavano insieme da anni, che comprendeva Luigi Scarpa e Mauro Castellani (chitarre), Gaetano Piva (tastiere) Gianni Festi (basso), Claudio Fedozzi (batteria) e Luca Miglio (sax). In questo gruppo Fabio Basili, detto “el Nigno” era il vero sound del gruppo. Allegro e ottimista si posizionava sempre dietro, con le sue percussioni, ma quando arrivava la canzone Kung Fu Fighting si metteva in prima fila e coordinava una coreografia spassosa. Saltuariamente nell’organico dei Gnu entrava anche il sindaco vigaranese e attuale presidente della provincia, Barbara Paron, che per qualche sera alternava gli impegni istituzionali a quelli di voce solista del gruppo. Anche lei è rimasta molto scossa quando ha ricevuto la ferale notizia. Molto il cordoglio che si è creato per la scomparsa di Fabio Basili che era molto conosciuto anche al di fuori del mondo musicale avendo lavorato, per anni, all’Oasi di Settepolesini di Bondeno e alle Pradine di Mirabello. Attualmente nella zona di Ravalle Casaglia, dove abitava, aveva dato vita ad un piccola atività di artigianato nell’ambito del giardinaggio. Nei prosismi giorni arriverà il nulla osta per i funerali. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI