Coccanile, ponte sul canal bianco con crepe e cedimenti. M5s: subito verifiche

Dopo due anni una nuova interrogazione dei pentastellati. Il capogruppo Caleffi: la struttura è sempre più deteriorata

COCCANILE. È da tempo che il Movimento 5 stelle di Copparo tiene i riflettori accesi sulla situazione del ponte in muratura in via Boccati, che attraversa il Canal Bianco sulla provinciale per Cologna. . Interrogazione bis

Dopo aver interrogato anche la precedente amministrazione (nel giugno del 2016), i pentastellati copparesi, tramite il capogruppo Monica Caleffi, propongono anche all’attuale amministrazione la stessa interrogazione. La base si partenza è semplice: la sicurezza e l’incolumità dei cittadini sono prioritarie, vanno conservate e implementate.


Nella premessa la consigliera del Movimento ricorda che il ponte presentava parziali crepe in più punti nei piloni di sostegno già nel 2016, e ad oggi si riscontrano ulteriori distacchi e deterioramenti; anche parte degli argini nell’immediata prossimità del manufatto risultavano franati tre anni fa, e oggi si riscontrano altre frane e deterioramenti.

Nell’interrogazione Caleffi sottolinea come via Boccati sia quotidianamente attraversata da mezzi agricoli con massa superiore alle 35 tonnellate, ma anche mezzi pubblici, automezzi pesanti e autovetture a uso privato.

Subito una verifica. A oggi non si riscontrano interventi di manutenzione ordinari o straordinari. Unica limitazione è il transito rigorosamente mantenuto a senso unico alternato sul ponte. E dato che viene sottolineato che «non serve abitare a Copparo per rendersi conto dei grossi problemi di viabilità presenti» e anche l’attuale amministrazione ha previsto una manutenzione decorosa delle infrastrutture, il M5s chiede alla Giunta di attivarsi, in sinergia con il Consorzio di Bonifica Pianura Ferrara, per una verifica della struttura al fine di appurare l’effettiva sicurezza e stabilità della stessa, e di darne riscontro al Consiglio, con valutazione tecnica relativa che ne attesti la conformità.

Senso unico sospetto. In passato l’amministrazione rispose che la struttura non presentava criticità, e che sarebbe stata monitorata. Ma i pentastellati rimangono preoccupati per il fatto che, se si è detto che la struttura era senza criticità, non ci si spiega come mai, dopo anni, rimanga in vigore il senso unico alternato su un ponte dall’aspetto sempre più fatiscente. —

Alessandro Bassi

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.